Torna il pellegrinaggio de “La Via Lattea”

Oltre frontiera

Compie dieci anni “La Via Lattea”, un pellegrinaggio culturale fra natura e cultura nel territorio del Mendrisiotto con musica, cinema, teatro, poesia ormai diventato un appuntamento di rilievo nel panorama culturale ticinese e insubrico, capace di coinvolgere anche un folto pubblico dal Comasco.
Formula vincente non si cambia: è quella di un percorso con varie stazioni da raggiungere a piedi (o con mezzi pubblici), collegando le opere del presente a quelle del passato, in un gioco di affinità

e contrasti che intende sempre aprire nuovi orizzonti.
La prima parte dell’iniziativa, denominata “Compagni di Strada”, partirà sabato 6 luglio e nasce dall’idea di riunire i musicisti che hanno marcato il cammino in questi dieci anni, condividendo l’idea vincente di questa iniziativa, fra cui Barbara Zanichelli (voce), George Alavarez (corno), Elena Casoli (chitarra), Julien Annoni (violoncello), Claudio Jacomucci (fisarmonica) e Stefano Nozzoli (pianoforte). Si tratta di un percorso a piedi e in treno da Chiasso a Riva San Vitale passando da Mendrisio, dove oltre a un cocktail di brani di musica moderna e contemporanea avrà luogo un omaggio a Luis Buñuel e al suo film La voie lactée da cui il festival peraltro deriva il suo nome. A Riva San Vitale sarà inoltre eseguita in prima esecuzione Il mondo è tutto ciò che accade, azione scenica di Mario Pagliarani, apprezzato compositore ticinese. Il festival ideato da Mario Pagliarani (vincitore nel 2008 del Premio Meret Oppenheim per la mediazione culturale) vivrà la sua seconda parte sabato 5 ottobre e domenica 6 ottobre.
Prenotazioni entro oggi allo 004176.646.40.20. Informazioni sul sito http://www.teatrodeltempo.ch.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.