Torna in aula il molestatore del centro. Questa volta è accusato di furto

Ieri la prima udienza
(m.pv.) In tribunale si è tornati a parlare di Patrizio Fadda, 27enne condannato in Appello a 6 anni e 6 mesi in quanto ritenuto essere il maniaco seriale del centro. La nuova questione risale a quei periodi, tra il novembre 2011 e il gennaio 2012, ma questa volta non si parla di alcuna molestia bensì di un furto a una commessa di un negozio di piazza Grimoldi. Quel giorno – il 28 dicembre 2011 – Fadda fu visto entrare e poi allontanarsi. La commessa si accorse dell’accaduto solo in seguito, quanto

dall’autosilo di via Dante la chiamarono per aver rinvenuto la borsa. Scomparsi i 200 euro e il cellulare. La vittima si ricordò di quel ragazzo con il braccio ingessato (particolare che risultò utile anche per risalire alla sua identificazione per gli altri e ben più gravi reati). Da qui l’accusa di furto che l’avvocato Davide Brambilla tenterà di smontare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.