Torna la neve sul Lario: quasi 40 centimetri sulla Sighignola

Il meteo – Fiocchi bianchi sulle montagne di tutta la provincia
Dopo le temperature record di febbraio, decisamente sopra la media, ecco la neve a metà aprile.
Ieri, i fiocchi hanno tinteggiato di bianco tutte le montagne della provincia di Como, arrivando anche a poco meno di 40 centimetri sulle piste della Sighignola ormai chiuse.
«Certo non le riapriremo – dice al riguardo il gestore, Tino Maglia – ma a pensare che un paio di mesi fa la temperatura era di quasi 30 gradi…». In effetti, le precipitazioni che si sono abbattute sul territorio
lariano hanno portato a un brusco abbassamento delle temperature minime che in città e in pianura sono rimaste di pochi gradi sopra lo zero, mentre in montagna sono scese ancora più in basso. Fino, come detto, a trasformare l’acqua in neve. I primi fiocchi hanno iniziato a scendere nella notte tra martedì e mercoledì, e hanno continuato a imbiancare prati e alberi fino alle 15 di ieri, quando la perturbazione si è un po’ allentata. In Val Cavargna, a San Bartolomeo, si sono contati fino a cinque centimetri di neve (in paese), molti di più sulle vette attorno. Stesso discorso in Valle Intelvi, con la già citata Sighignola dove ieri poteva ammirare quasi 40 centimetri di manto bianco. E ovviamente non è rimasto esente dalle precipitazioni anche il Triangolo Lariano imbiancato dalle precipitazioni iniziate nella notte e terminate in giornata.
Un fenomeno che dovrebbe già essere alle spalle, visto che da oggi sono previsti rialzi delle temperature anche se le precipitazioni non dovrebbero essere finite. E già da questo pomeriggio un nuovo fronte nuvoloso dovrebbe affacciarsi sul Lario.

Nella foto:
La condizione della strada che conduce alla Sighignola nel primo pomeriggio di ieri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.