Tra Lombardia e Svizzera sulle tracce di Leonardo

Leonardo Da Vinci

Renato Ornaghi da oltre un decennio si occupa di tematiche legate al risparmio, l’efficienza energetica e le energie rinnovabili. Grande appassionato del territorio in cui vive, ha pubblicato diverse opere dedicate alla Brianza. In particolare, nel 2008 ha curato la pubblicazione e realizzazione del “Cammino di Sant’Agostino”, un cammino a piedi di 415 km che collega 25 Santuari mariani della Brianza, un lungo percorso che conduce il pellegrino sino a Milano e Pavia, dove sono conservate le reliquie di Sant’Agostino.
Domani alle 20.45 ad Alzate Brianza, in biblioteca, presenta Il Sentiero di Leonardo, una guida – bussola che traccia un itinerario lungo circa 240 chilometri tra Milano, Lecco e San Bernardino, passando per le Alpi Lepontine e la Valtellina, giungendo fino alla Svizzera. L’opera di Renato Ornaghi intende celebrare la figura di Leonardo da Vinci nel cinquecentesimo anniversario della sua morte. L’itinerario è ambientato nei territori di quello che fu il Ducato di Milano, nei quali Leonardo visse per almeno 25 anni della sua esistenza e dove il suo talento poliedrico massimamente si espresse. Quello proposto da Ornaghi è un Sentiero che vuole mettere in attenzione territori e luoghi che – dal capoluogo milanese al confine con la attuale Svizzera – videro Leonardo protagonista con la sua attività di artista, studioso della natura, geologo, alpinista, ingegnere e inventore.
Un viaggio nel tempo e nello spazio lungo 240 km per 12 giornate indicative di percorso, sempre a piedi, che si svolge attraverso quattro provincie italiane per arrivare in terra Svizzera, nel Cantone dei Grigioni, al confine sia orografico che identitario tra le culture latine e tedesche: appunto al passo del San Bernardino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.