Canton Ticino, tra un funzionario di banca e un operaio fino a 4.500 franchi di differenza

Franchi svizzeri

Tassati di più, pagati di meno: i numeri dei salari

Ma quanto guadagnano, oggi, i frontalieri in Ticino? È sempre conveniente, almeno sul piano economico, andare a lavorare oltreconfine? Ed è vero che il massiccio aumento degli stessi frontalieri sta mettendo a repentaglio anche i salari dei residenti?

Sono queste le domande che si ripetono ogniqualvolta le cifre dell’ufficio federale di statistica (Ust) indicano una crescita dei lavoratori italiani in Svizzera.
Le risposte sono meno semplici di quanto possa sembrare. Soprattutto quelle relative ai guadagni. Il problema sta nel fatto che in Ticino i contratti collettivi sono pochi e molti frontalieri, soprattutto nel settore terziario – quello in più forte espansione – concordano singolarmente il loro stipendio con il datore di lavoro.

In ogni caso, secondo i ricercatori dell’Ire, lo stipendio mediano lordo di un frontaliere si aggira attorno ai 4.100 franchi al mese, poco meno di 3mila franchi netti. Un calcolo empirico, basato sul differenziale con lo stipendio mediano lordo di un residente, oggi fissato attorno ai 5mila franchi.
I frontalieri, però, diversamente da chi vive in Svizzera, sono tassati alla fonte. Il loro carico fiscale è maggiore e può addirittura essere doppio rispetto a quello di un residente. Quest’ultimo, se sposato e padre di uno o due figli, può anche non raggiungere il 10% di tasse. Qualcosa che per un italiano medio è a dir poco impensabile.

Alcuni giorni fa, in due diverse interrogazioni al governo di Bellinzona, i parlamentari ticinesi del Movimento per il Socialismo hanno reso note alcune tabelle ufficiali sugli stipendi medi lordi dell’industria e del terziario con l’obiettivo di dimostrare una diminuzione degli importi – tra il 2008 e il 2016 – in molte categorie.

Tabelle comunque istruttive, dalle quali emerge ad esempio che nel settore bancario e assicurativo lo stipendio medio sfiora gli 8mila franchi al mese, nell’istruzione supera i 6.200 franchi mentre nella ristorazione si ferma attorno ai 4mila franchi al mese. Buoni anche i salari di ingegneri e architetti, vicini ai 6.500 franchi lordi. L’industria più nota della Svizzera, quella degli orologi, sembra invece pagare i propri dipendenti davvero poco: 3.616 franchi di media. Retribuzioni, tutte queste, che nel caso dei frontalieri devono essere ridotte da un minimo di 900 a un massimo di 2mila franchi al mese.

Articoli correlati

2 Commenti

  • Avatar
    AD , 22 Novembre 2019 @ 12:33

    Ho la sensazione che chi ha scritto questo articolo non sia molto informato, considerate le numerose inesattezze.

    “I frontalieri, però, diversamente da chi vive in Svizzera, sono tassati alla fonte. Il loro carico fiscale è maggiore e può addirittura essere doppio rispetto a quello di un residente.”
    Totalmente falso! I Frontalieri sono tassati unicamente alla fonte, e esenti dal pagamento di altre imposte in Italia. Mentre i residenti sono soggetti alla cassa malati e altre spese che non gravano sulle spalle dei frontalieri.
    Diverso è il discorso per i frontalieri fuori zona di confine (oltre la fascia dei 20 km)
    Inoltre anche i dati relativi agli stipendi non corrispondono assolutamente al vero.

    Prima di pubblicare qualcosa bisognerebbe fare una ricerca più approfondita a mio parere.

    • Dario Campione
      Dario Campione , 25 Novembre 2019 @ 15:40

      Le “numerose inesattezze” di cui parla il nostro lettore non esistono. Nel merito: 1) la tassazione alla fonte è molto più alta di quella (diversa nella struttura) pagata dai residenti; Non solo. I frontalieri non godono di una serie di sgravi fiscali e non è assolutamente vero che non pagano altre imposte in Italia (con l’ovvia eccezione dell’addizionale Irpef); 2) i dati sugli stipendi sono quelli degli uffici statistica di Confederazione e Cantone, così come riportati in un’interpellanza rivolta al Consiglio di Stato. Verrebbe da dire che prima di contestare qualcosa si dovrebbe fare una ricerca più approfondita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.