Traffico di farmaci rubati: coinvolti due comaschi. I sequestri colpiscono anche una villa sul lago

Farmaci

Ci sarebbero anche risvolti comaschi nella operazione dei carabinieri dei Nas di Milano che nelle scorse ore hanno arrestato 19 persone un po’ in tutta Italia. Un blitz nato nell’ambito di una inchiesta sulla sparizione di alcune partite di farmaci che poi venivano immessi sul mercato nero. Le contestazioni parlano a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione, riciclaggio e commercio internazionale di farmaci. Coinvolti numerosi farmacisti, ma anche grossisti di medicine, autotrasportatori, agenti di commercio e pure rappresentanti di società estere compiacenti nell’emettere false fatture. Uno di questi sarebbe tra l’altro registrato all’Aire di Canzo. Un secondo residente nella nostra provincia sarebbe uno straniero residente a Lurate Caccivio che avrebbe acquistato farmaci di illecita provenienza per poi smerciarli a connazionali. Tra i beni per equivalente “toccati” dai sequestri, infine, ci sarebbe una villa di prestigio in quel di Cernobbio, con splendida vista sul lago e un valore stimato attorno a quattro milioni di euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.