Traffico di rifiuti: il processo arriva a Como. Palazzo Cernezzi sarà parte civile

Palazzo Cernezzi

L’impianto in località La Guzza era stato sequestrato dagli agenti della polizia locale di Como nel mese di marzo del 2018, perché era stata riscontrata la presenza di quantitativi di rifiuti ben superiori a quelli autorizzati, 11-12mila metri cubi rispetto ai 4mila consentiti. La vicenda era poi proseguita, scoperchiando – con una indagine della Dda – un vasto giro di traffici illeciti di rifiuti che coinvolgeva Lombardia, Calabria e Campania. Undici persone erano finite nei guai. Ieri, a Milano, nell’apertura per processo in Immediato, il Comune di Como si è costituito parte civile assieme ad altre municipalità. Accogliendo l’istanza della difesa di un imputato autotrasportatore, il processo è poi stato spostato a Como per competenza territoriale. Sono quattro gli imputati che saranno in aula. Gli altri seguiranno invece il rito Abbreviato con la prima udienza davanti al Gup che deve ancora svolgersi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.