Traffico di stupefacenti, albanese fermato in Spagna. Era attivo anche sul Lario

Un'aula del tribunale di Como

Un cittadino albanese di 50 anni è stato rintracciato e arrestato mentre si trovava in Spagna. Sull’uomo pendeva un provvedimento restrittivo della libertà personale emesso dal Tribunale di Sondrio già lo scorso febbraio.
All’uomo si era arrivati nel corso di una complessa indagine sul traffico di stupefacenti avviata dagli uomini della Mobile della Questura valtellinese e iniziata più di due anni fa.
Il 50enne viene ritenuto dalla polizia tra i componenti di un’organizzazione criminale dedica allo spaccio di stupefacenti. All’uomo si è risaliti dopo i primi due arresti da parte della polizia nei confronti di due uomini a Campodolcino.
Nel febbraio di quest’anno erano finite in manette altre tre persone: un 63enne di Dongo (Como), un 45enne di Saronno residente a Colico (Lecco) ed un 54enne di Tirano.
La Mobile di Sondrio si era poi messa sulle tracce degli ultimi due componenti dell’organizzazione, ovvero i due cittadini albanesi.
Un 37enne era stato intercettato mentre si trovava in Francia nei primi giorni d’agosto di quest’anno. Ieri, le manette al connazionale 50enne in Spagna. L’organizzazione, che importava la cocaina dall’Olanda, era molto attiva proprio nel Nord Lombardia e in particolare nelle provincie di Sondrio, Lecco e Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.