Traffico di migranti in tutta Europa, a Como la base operativa

La conferenza stampa per presentare l'operazione Balkanica La conferenza stampa per presentare l’operazione Balkanica

Era in provincia di Como, tra l’Erbese e il Canturino, la base di un’organizzazione internazionale che organizzava viaggi illegali di migranti verso diversi Paesi europei, in particolare Austria, Germania e Svezia. La polizia di Como, in collaborazione con l’Europol, l’Ufficio Europeo di Polizia, ha smantellato l’organizzazione. Nell’ambito dell’operazione, denominata Balkanica e coordinata dalla Procura di Como, sono stati emessi 21 mandati di arresto europeo, in particolare di siriani residenti sul Lario.

I passeur hanno effettuato almeno 150 viaggi, trasportando oltre mille profughi, ai quali venivano chiesti almeno 500 euro per il trasporto.

Gli inquirenti hanno individuato sei società fittizie di compravendita di auto, tutte riconducibili agli indagati e con sede tra Erba e Cantù. Da Como, i passatori raggiungevano Budapest e nella capitale ungherese venivano fatti salire in auto i profughi, già individuati in precedenza da altri membri dell’organizzazione, che venivano poi accompagnati in Austria, Germania o Svezia.

Articoli correlati