Tragedia durante l’immersione a Nesso: sequestrata l’attrezzatura del sub

Carabinieri

Saranno l’autopsia e la perizia sull’attrezzatura che stava utilizzando nell’immersione, a dare le risposte in merito alla tragedia di ieri mattina a Nesso quando un sub di 47 anni è morto dopo essersi calato con un amico nelle profondità del Lario.

A nulla sono valsi i soccorsi del secondo sub che era con lui, che sarebbe riuscito a riportarlo a galla e a praticare le manovre di rianimazione senza tuttavia riuscire a salvare la vita al compagno di immersione. Si trova ora ricoverato al Niguarda di Milano, sottoposto a terapia iperbarica.

La procura di Como, dopo la segnalazione giunta dai carabinieri della stazione di Pognana, ha aperto un fascicolo. L’attrezzatura del 47enne imprenditore di Veleso è stata posta sotto sequestro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.