Tragedia nelle acque del lago. Il cordoglio per la scomparsa del 15enne di Gironico

ragazzo annegato in viale Geno. sommozzatori, annegato, polizia scientifica, ambulanza

Era uno studente del Centro di Formazione Professionale di Monte Olimpino. Con quattro compagni ha raggiunto Villa Geno. Un tuffo per festeggiare insieme la fine delle lezioni. Ieri non erano a scuola, perché al Cfp è tempo di esami per gli alunni più grandi. Il dramma era però dietro l’angolo, in una delle zone più belle della nostra città, con una vista impareggiabile. Eppure, ieri, tragica.
Maxwell Osei, 15 anni originario del Ghana e residente con la famiglia a Gironico in via Milano, è morto annegato in quella che doveva essere una bella giornata.
Non sapeva nuotare. Non è chiaro quello che possa essere accaduto in quel momento. Di certo i quattro amici che erano con lui – sentiti ieri in Questura – avrebbero cercato di aiutarlo, in un disperato tentativo di tirarlo fuori dall’acqua, senza tuttavia riuscirci. Il lago in quel punto – come in molti altri del resto – è ingannevole, pare poco profondo ma subito dopo raggiunge i 10 metri. Maxwell sarebbe andato in difficoltà, poi avrebbe iniziato ad agitarsi prima di inabissarsi.
Sul posto sono arrivati i sommozzatori dei vigili del fuoco, chiamati proprio dagli amici del 15enne. Il corpo è stato ritrovato dopo circa mezz’ora a 9 metri di profondità. In un disperato tentativo di ridare luce a una giornata terribilmente buia, gli uomini del 118 sono riusciti a rianimare il ragazzo, a riaccendere la speranza. Ne è seguita una corsa in ambulanza – scortati dalle volanti – fino alla piazzola dell’elisoccorso, poi il volo fino all’ospedale di Bergamo. I genitori nel frattempo erano stati avvisati dell’accaduto dagli agenti di polizia. Anche loro sono partiti per Bergamo, in attesa di una notizia che non è mai arrivata. L’anossia è stata fatale già pochi minuti dopo l’atterraggio dell’elicottero. «Era un ragazzino motivato, riservato – dice la direttrice del Cfp – Cercheremo per quanto possibile di aiutare la sua famiglia».
Cordoglio per la scomparsa di Maxwell Osei è stato espresso dal ministro della Pubblica istruzione Marco Bussetti: «Stringo con commozione, in un abbraccio, la famiglia, i compagni di classe, gli insegnanti, la comunità della scuola del ragazzo che questa mattina si è tuffato nel lago di Como per festeggiare la fine dell’anno scolastico e, purtroppo, non è riemerso. È stato soccorso, ma non ce l’ha fatta. Aveva solo quindici anni. Da padre non oso immaginare il dolore».

«Sono estremamente addolorata per la morte di Maxwell Osei, un ragazzo che aveva incontrato la sua passione e trovato la sua strada nello studio professionale dell’alimentazione”. Queste le parole dell’assessore all’Istruzione formazione e lavoro di Regione Lombardia Melania Rizzoli, nel commentare il tragico episodio accaduto ieri a Como. «Il terribile incidente che ce lo ha portato via mi colpisce come madre, – ha aggiunto l’assessore – e anche come sostenitrice dei valori positivi che la formazione
porta nei nostri studenti. Con Maxwell abbiamo perso un po’ del futuro che cerchiamo di costruire per i giovani e per l’Italia».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.