Trainano sul lago una canoa per l’Alveare

Bottinelli e Ghielmetti per l'Alveare

Ieri avrebbero dovuto attraversare il Tirreno da Piombino all’Isola d’Elba. Il grande progetto “Un euro al metro” a sostegno dell’Alveare di Olgiate Comasco, la onlus che si occupa di disabilità è stato però rinviato. L’obiettivo è riproporlo nel 2021. I due “maratoneti benefici” del nuoto, Michele Bottinelli, cartolaio olgiatese di 46 anni e Alberto Ghielmetti, pasticcere 45enne, hanno però pensato a un piano B.
Domenica attraverseranno il Lago di Como, da Blevio a Cernobbio, trainando una canoa con due persone speciali, ovvero il presidente dell’Alveare, Raffaele Cantacesso e una delle “ragazze” dell’associazione, Laura Fiducia.
«L’anno scorso nei giorni della traversata dello Stretto di Messina avevamo promesso a Laura che avremmo organizzato qualcosa per lei – spiega Bottinelli – Era triste perché la sua disabilità non le aveva permesso di seguirci sulla barca. Così, abbiamo detto: “Se il comandante non ti fa salire, la barca la traineremo noi”». E così sarà domenica pomeriggio. Si salpa da Blevio attorno alle 17, arrivo in Riva, a Cernobbio, dopo 40 minuti. La Canottieri Lario garantirà l’assistenza con un catamarano. Michele e Alberto avranno una corda elastica in vita per trainare la canoa con i due passeggeri.
«Abbiamo fatto un test – spiega sempre Bottinelli – Laura ha dovuto superare la prova più dura. Lei ha paura dell’acqua, ma ha una grande forza di volontà e così alla fine si è divertita. Crediamo che il suo esempio e la sua storia possano essere d’aiuto a molti in questo momento».
L’impresa di domenica ha un titolo “TrainiAMO l’Alveare”. A Cernobbio sarà presente un gazebo dell’associazione per le donazioni. Sempre a questo scopo è possibile donare attraverso bonifico al conto dell’associazione della Ubi Banca di Olgiate Iban:
IT82K0311151620000000002679.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.