Trasferta al Museo del Ghisallo per l’ex ciclista “Pro” Andrea Dolci

Andrea Dolci Ghisallo

Non c’è due senza tre.
Dopo le visite a sorpresa di Gilberto Simoni e di Dario Cataldo al Museo del Ciclismo del Ghisallo, un altro protagonista dello sport del pedale lo scorso fine settimana ha fatto visita alla struttura di Magreglio.
A guardare ammirato la collezione di cimeli è stato l’ex Professionista Andrea Dolci.
Classe 1969, il bergamasco nella sua carriera è stato compagno di squadra di importanti personaggi, come i campioni del mondo Laurent Brochard e Maurizio Fondriest, oltre allo stesso Gilberto Simoni, Wladimir Belli, Pavel Tonkov e Oscar Camenzind.
Alla fine del giro delle sale, con la moglie e il figlio Sebastiano, Dolci ha firmato il registro degli ospiti del Museo, tenuto con cura dalla “storica” guida Emilio Sacchi, che proprio domenica scorsa ha compiuto 94 anni.
Come detto, la visita di Dolci ha fatto seguito a quella di altri due importanti personaggi del mondo del pedale. Venerdì scorso, infatti, al mattino era arrivato Gilberto Simoni, già vincitore di due Giri d’Italia, che aveva visto con piacere una serie di cimeli che hanno celebrato le sue imprese, comprese le maglie rosa finali conquistate nel 2001 e nel 2003.
Nel pomeriggio è poi toccato a Dario Cataldo, vincitore della tappa del Giro d’Italia del 2019 Ivrea-Como. In zona per un servizio fotografico, Cataldo ne ha approfittato per fare un giro, accompagnato dal direttore della Fondazione Museo Antonio Molteni. Presto tornerà per donare una sua maglia, quando la situazione lo consentirà, in una cerimonia ufficiale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.