Trasporti secondari, Croce Bianca batte Rossa

altLa gara era stata indetta dall’ospedale di San Fermo per tutto il 2015
(a.cam.) La Croce Bianca si è aggiudicata la gara per i trasporti secondari dei pazienti sull’intero territorio provinciale, un servizio attualmente gestito dalla Croce Rossa. La gara, indetta dall’azienda ospedaliera Sant’Anna, riguarda lo spostamento dei malati da una struttura sanitaria all’altra per l’intero 2015.
Nulla cambia invece sul fronte delle emergenze, che fanno capo al 118. L’esito della gara è stato reso noto nei giorni scorsi. «Certo, perdere una gara non fa piacere

a nessuno, anche perché il servizio attualmente è in capo alla Cri – dice il presidente regionale, Maurizio Gussoni – Per la Croce Rossa di Como, comunque, questo risultato non comporterà grosse conseguenze. Non c’è il rischio di ripercussioni a livello organizzativo». La Croce Rossa rappresenta circa il 40% del sistema di soccorso.
«Sono convinto che sia paradossale che siano indette gare per la gestione dei trasporti secondari – dice Gussoni – La Cri è un ente statale. Mi sembra assurdo chiamare altre associazioni che, per quanto valide, sono private, per svolgere un servizio che può fare l’ente pubblico. L’Asl e gli ospedali dovrebbero affidare direttamente il servizio alla Croce Rossa e poi, solo in caso di ulteriore necessità, affiancare altri enti in supporto».
Il bando indetto dal Sant’Anna prevede una cifra base ridotta e poi il pagamento del servizio in base al numero di trasporti effettuati.
«Considerando l’intero anno, le cifre in gioco sono comunque molto importanti – conclude Gussoni – La Croce Rossa continuerà a occuparsi di altri servizi».

Nella foto:
La Croce Rossa ha perso il servizio di trasporto secondario, da un’ospedale all’altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.