Trasporto pubblico, problemi e disagi degli utenti

C’è chi dice no
di Anna Campaniello

Una stangata pesante per migliaia di pendolari, un atto inevitabile per gli amministratori regionali, provinciali e comunali che questa stessa stangata hanno approvato e firmato. Fanno discutere i rincari sulle tariffe del trasporto pubblico, applicati da ieri su biglietti e abbonamenti di autobus urbani ed extraurbani, treni e funicolari.
L’aumento delle tariffe oscilla tra il 10 e il 15% e ha interessato tutti i mezzi pubblici. Ai rincari si aggiungerà poi nelle prossime settimane anche

una riorganizzazione del trasporto urbano, con la cancellazione di decine di corse degli autobus e l’eliminazione di intere linee.
All’aumento delle tariffe ma anche ai disservizi e ai disagi che i pendolari sono costretti ad affrontare quotidianamente è dedicato l’appuntamento di oggi con “C’è chi dice no”. Cronisti e operatori di “Corriere di Como” ed Etv faranno il punto sul caro biglietti ma soprattutto sui problemi degli utenti dei mezzi pubblici. Questa sera, dalle 20.30, in diretta su Etv l’assessore provinciale ai Trasporti Patrizio Tambini sarà a disposizione per rispondere alle domande dei cittadini e spiegare le ragioni della manovra che ha portato all’aumento dei costi dei biglietti. I rincari dovrebbero coprire il taglio dei finanziamenti regionali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.