Cronaca

Travolto dalla porta basculante del box. Imputato a processo dopo sette anni

altIeri in aula – Ernesto Bottinelli, 69 anni, si arrese dopo due mesi e mezzo di ospedale
L’incidente mortale risale al 2006 in un condominio di Mozzate

Quel tragico giorno (il 30 giugno 2006) in via Sandro Pertini a Mozzate, fu travolto e schiacciato dalla porta basculante del garage numero 13 del condominio dove abitava.
Box che, secondo quanto emerso ieri in aula, gli era stato dato in «comodato dalla cooperativa che aveva

realizzato il condominio». Il ricovero d’urgenza a Cantù (poi negli ultimi attimi di vita anche al Sant’Anna e in ospedale a Varese) fu solo l’inizio del calvario di Ernesto Bottinelli, 69 anni, che morì due mesi e mezzo dopo (il 5 settembre 2006) senza mai essere uscito dai nosocomi dove era stato ricoverato.
L’accusa, dopo aver appurato in un edema polmonare la causa del decesso, puntò prima il dito su una eventuale colpa medica, andata in scena in quel di Varese, senza però ottenere elementi utili a sostenere il pubblico dibattimento. Si arrivò dunque all’archiviazione.
Ma la storia non finì qui, perché questa volta al centro dell’attenzione della procura (di Como e non più di Varese) finì la porta basculante crollata sopra la povera vittima.
Una ipotesi di reato (l’omicidio colposo) relativa a presunti difetti di installazione del garage, che ieri è approdata in aula per la prima udienza a quasi sette anni dal drammatico incidente che turbò il condominio di Mozzate. In pratica, secondo il pm Alessandra Bellù, «la porta basculante del box» non aveva previsto «l’opportuna zancatura ai pilastri», realizzabile sia «con zanche cementate in appositi fori», sia «mediante opportuni tasselli».
Una colpa da individuare, dunque, in chi quei garage realizzo, ovvero una ditta di San Fermo della Battaglia. Così, per quel crollo, è finito in aula con l’accusa di omicidio colposo l’amministratore unico dell’impresa, un 62enne di Faggeto Lario.
E ieri, davanti al giudice monocratico Valeria Costi e al pubblico ministero Vanessa Ragazzi, sono sfilati i primi testi tra cui una figlia della vittima che ha subito voluto mettere in chiaro una cosa: «Mio padre non ha mai urtato quel garage con l’auto, e non ci stava nemmeno lavorando». E ha poi aggiunto: «Dopo l’incidente molti altri condomini rinforzarono le basculanti di quei box». Condomini che verranno sentiti in aula nella prossima udienza fissata per il 15 luglio.
E ieri è stato sentito anche il consulente tecnico della parte civile (si sono costituiti i famigliari della vittima) che, in modo perentorio, ha affermato che «quella basculante era destinata a cadere» per come era stata installata, e che un «lavoro del genere non è contemplabile».
La difesa, al contrario, non si arrende e proverà a sostenere l’innocenza del proprio assistito, in quanto il garage non era della vittima ma della cooperativa che aveva realizzato l’edificio che l’aveva lasciato “solo” in comodato al povero Ernesto Bottinelli. La battaglia legale, insomma, è solo all’inizio nell’ambito di un fascicolo approdato in aula a quasi sette anni dal drammatico evento.

M.Pv.

Nella foto:
L’aula dove ieri si è svolta la prima udienza del processo per la morte di un 69enne di Mozzate, travolto dalla porta del garage
26 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto