Travolto in bicicletta a Rovello Porro: muore ragazzo di 15 anni

Ospedale di Varese

Ha lottato per tutta la notte, nonostante le ferite fossero apparse da subito gravissime. Ieri mattina però, dall’ospedale di Circolo di Varese (dove era stato ricoverato dopo essere stato intubato e trasportato con l’elicottero) è giunta la notizia che nessuno voleva ricevere: Simone Vavassori, 15 anni, residente con la famiglia a Misinto (in provincia di Monza Brianza), non ce l’ha fatta. Stroncato dalle lesioni rimediate nello schianto frontale contro un’auto che procedeva nel senso opposto, lungo la strada provinciale 31 che attraversa il territorio comunale di Rovello Porro. L’incidente alle 18.40 di domenica sera.
Il ragazzo arrivava da Saronno e procedeva in direzione di Rovello Porro, mentre l’auto procedeva nella direzione opposta.
Toccherà ora ai carabinieri della stazione di Turate ricostruire l’esatta dinamica del sinistro.
Il ragazzo è stato colpito in pieno da una Renault Espace condotta da un 47enne di Lainate.
L’uomo verrà iscritto sul registro degli indagati della Procura di Como (pubblico ministero Giuseppe Rose) con l’ipotesi di reato di omicidio stradale.
Il test sul quantitativo di alcol nel sangue, effettuato nell’imminenza dell’incidente, avrebbe dato esito negativo. Sia la bicicletta del ragazzo, sia la Renault Espace sono state poste sotto sequestro.
Verosimilmente nelle prossime ore il pubblico ministero titolare del fascicolo affiderà l’incarico per l’autopsia sul corpo della giovane vittima.
Fin dal momento dell’incidente, come detto, le condizioni del 15enne sono apparse disperate.
Il ragazzo è stato intubato sul posto e trasportato d’urgenza, con l’elicottero del 118, all’ospedale di Circolo di Varese.
La notizia del suo decesso è giunta ieri mattina.
Simone era cresciuto con la famiglia a Ceriano Laghetto, e si era poi trasferito a Misinto.
Aveva una sorella più piccola, di 13 anni.
Due comunità, quelle di Misinto e di Ceriano Laghetto, nella notte di domenica hanno sperato che dall’ospedale di Circolo potesse arrivare qualche buona notizia. Ieri mattina invece la comunicazione che ha posto fine a ogni speranza. Per l’ultimo saluto si attende ora che la Procura di Como rilasci il nulla osta per le esequie.
La ricostruzione dell’incidente è ancora in corso. Una certezza comunque c’è già: l’impatto tra la bicicletta di Simone e l’auto è stato frontale.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.