Tre comaschi nel Consiglio nazionale del Coni

Coppa del Mondo a Linz. Mondelli (primo a sinistra) festeggia con i compagni di barca

Tre atleti comaschi nel Consiglio nazionale del Coni. Un exploit, se si considera che in totale ne sono stati eletti nove. E proprio un lariano è stato il più votato, il canottiere Filippo Mondelli, primo a sinistra nella foto. Con lui sono state nominate anche Anna Cappellini (pattinaggio) e Raffaella Masciadri (basket). Gli altri eletti, ieri a Roma, sono stati Tatiana Andreoli (torinese), Federico Pellegrino (aostano), Carlo Molfetta (brindisino), Elena Pantaleo (palermitana), Giulia Imperio (tarantina) e Francesco Marrai (pisano).
Mondelli, come detto, ha ottenuto più voti di tutti, 54; seconda Masciadri, con 52, quinta Cappellini, a quota 48.

Filippo Mondelli, 26 anni, canottiere, è cresciuto nella società di Moltrasio e ora è in forza alle Fiamme Gialle. Dal gennaio dello scorso anno è stato costretto a fermare la sua attività agonistica a causa di una grave patologia a una gamba. In questa fase di forzato stop – il sogno è di tornare per le Olimpiadi di Parigi del 2024 – Mondelli è comunque rimasto vicino al suo ambiente e ha fatto da tutor alle nuove leve, collaborando, per esempio, con la Federazione canottaggio lombarda.
Era stato direttamente il presidente uscente del Coni, Giovanni Malagò, a proporre la sua candidatura. Tra i primi complimenti che ieri gli sono arrivati, quelli del numero uno della Federazione canottaggio, Giuseppe Abbagnale.
«Mi fa molto piacere – ha scritto – per il risultato elettivo che equivale ad un riconoscimento importante per il nostro Pippo Nazionale, per quello che ha fatto come atleta e per come sta affrontando le vicissitudini della vita in questo momento. Forza Filippo, ti aspettiamo».


Mondelli ha preceduto Raffaella Masciadri, una tra le giocatrici più vincenti nella storia della pallacanestro femminile italiana. Nata nel 1980 a Como, è stata lanciata ad alti livelli dal Pool Comense. Con la società nerostellata ha conquistato 5 scudetti, compreso l’ultimo giunto in via dei Partigiani, nella stagione 2003-2004. Ha poi militato con la corazzata Famila Schio. Il suo bilancio complessivo nella carriera è di 15 titoli nazionali, 9 Coppa Italia e 13 Supercoppa. A livello continentale vanta una EuroCup Women, in Nazionale il successo ai Giochi del Mediterraneo 2009.
In precedenza Raffaella – laureata in Scienze giuridiche all’Università dell’Insubria – è stata presidente della Commissione atleti del Coni oltre che consigliere dell’Associazione italiana giocatori di pallacanestro.

Anna Cappellini, infine, è tra le atlete che in assoluto in anni recenti ha regalato più soddisfazioni allo sport comasco.
Azzurra di pattinaggio su ghiaccio, classe 1987, Anna nel suo curriculum sportivo vanta l’oro ai Mondiali e agli Europei del 2014 in coppia con il milanese Luca Lanotte. I due hanno poi conquistato ulteriori medaglie continentali (tre argenti e un bronzo), oltre a sette campionati italiani. Nella loro esperienza spicca inoltre la partecipazione a tre Olimpiadi invernali: Vancouver 2010, Sochi 2014 e PyeongChang 2018.
Anna Cappellini e Luca Lanotte anche ora fanno parte delle Fiamme Azzurre, e in collaborazione con la Federazione sport del ghiaccio portano avanti progetti di supporto a giovani di talento.
Ai tre comaschi sono giunte le congratulazioni dai nuovi presidenti di Coni Lombardia (Marco Riva) e provinciale (Niki D’Angelo).
«Sono molto contento – ha detto Marco Riva – Si tratta di tre atleti che hanno messo le loro qualità al servizio dello sport italiano. C’è chi è alla prima esperienza e chi invece prosegue un lavoro già svolto nello stesso ambito con importanti risultati. Sarà per tutti una bella esperienza che, ne sono sicuro, Mondelli, Masciadri, Cappellini e gli altri atleti vivranno con la stessa abnegazione che hanno portato nei campi di gara nelle rispettive discipline».
«Per galanteria faccio prima di tutto i complimenti a Raffaella Masciadri ed Anna Cappellini – sostiene dal canto suo Niki D’Angelo – E poi voglio mandare un grande abbraccio a Filippo Mondelli, che prima di tutto è per me un grande amico».

Raffaella Masciadri
Raffaella Masciadri
Anna Cappellini
Anna Cappellini


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.