Tre mostre di arte contemporanea a Villa Carlotta con Tablinum

Villa Carlotta

Tablinum Cultural Management: c’è un luogo sul Lago di Como dove la bellezza dei capolavori d’arte si fonde con le meraviglie della botanica e
con il rinomato paesaggio lariano. Qui al Museo e Giardino Botanico di Villa Carlotta, da mercoledì 23 giugno a mercoledì 7 luglio, farà
tappa la rassegna New Art Order, curata dallo studio bellagino Tablinum per presentare al pubblico tre artiste, le cui opere stanno riscuotendo
un notevole successo di pubblico e critica a livello internazionale: Rossella Rossi, Lucia Bergamini e Piela Auvinen.

Come l’acqua scorre e, nei suoi corsi e ricorsi, muta forma e resta, ma solo in apparenza, sempre uguale a sé stessa, così anche l’ispirazione di
un’artista scorre libera, sfidando le barriere per poi finalmente, collimare in una nuova opera e regalare a tutti noi un nuovo messaggio, una nuova
occasione per volgere alla nostra interiorità la visione dell’artista.
Quest’anno due artiste s’incontrano in un unico progetto curatoriale che ha il suo concept principale nella capacità di coinvolgerci entro un’opera
d’arte totalizzante. Alle pareti scorre la pittura fluida ed eterea di Rossella Rossi mentre, proprio nel cuore del percorso espositivo, la scultura di
Piela Auvinen è pronta ad innescare la sua metamorfosi: dalla materia pura alla fluidità dell’acqua che, in candide gocce scivola dal soffitto sino a
cristallizzarsi ai nostri piedi. Una sintesi perfetta fra pittura e scultura dove le affinità tra due artiste in apparenza tanto, troppo diverse fra loro, si
svela con nuova, inaspettata forza.
Due differenti linguaggi artistici che s’incontrano, due sensibilità che accordano la propria forza espressiva e che ci regalano una mostra di grande impatto emotivo e di grande qualità artistica.
C’è un’arte che, da provetta “boite en valise” della nostra epoca, si fa cantrice della Food Culture, in chiave più che mai pop e autoironica, grazie
alla perfezione del tratto di Lucia Bergamini, magistralmente iperrealistico e bilanciato nell’uso del colore a olio e stupefacente per la variazione
cromatica che, dalla sola palette di colori primari, vediamo dispiegarsi sulla tela. “Con la mia arte -spiega- cerco un contatto con l’osservatore che gli
doni un momento di spensieratezza e di leggerezza, che possa allietarlo e rasserenarlo per ricordargli che la vita è una cosa meravigliosa!”
Le Mostre osserveranno i seguenti orari: dal Martedì al Venerdì: 15.00 – 18.00, Sabato e Domenica 10.30 – 12.30 – 14.30 -18.00. CHIUSO il lunedì.
Le mostre seguiranno scrupolosamente i protocolli anti-covid e quindi è gradita la prenotazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.