Tre riconoscimenti in memoria di Presti. Fu deportato in Jugoslavia, dove morì nel ’45

Foibe

Oggi, alle 15.30, in occasione del “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, il prefetto di Como Andrea Polichetti consegnerà tre riconoscimenti in memoria di Rosario Presti, finanziere nativo di Aragona (Agrigento), in forza alla Brigata di Costrena Santa Barbara, catturato a Fiume da truppe titine e deportato in Jugoslavia, dove morì il 23 luglio 1945.
Alla cerimonia, che si svolgerà in Prefettura, saranno presenti i famigliari di Presti, che sono residenti in provincia di Como, e il sindaco del comune di residenza. I riconoscimenti sono stati conferiti dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Sempre oggi, nel rispetto delle normative sanitarie, il sindaco di Como, Mario Landriscina, assieme a un ristretto numero di autorità e al rappresentante dell’associazione Venezia-Giulia e Dalmazia Como, deporrà una corona d’alloro nei giardini intitolati ai martiri delle foibe istriane, ad Albate in via Sant’Antonino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.