Trecento “ferraioli” ieri in corteo contro gli italiani

A Bellinzona
Grande partecipazione alla manifestazione di protesta indetta ieri dai “ferraioli” ticinesi. Oltre 300 posatori sono scesi in piazza a Bellinzona per protestare contro l’invasione delle aziende, soprattutto italiane, che offrono servizi sottocosto. I lavoratori hanno preso parte a un’assemblea indetta dal principale sindacato ticinese, l’Unia e hanno poi sfilato per le vie del centro della città. Allo sciopero hanno aderito anche le organizzazioni sindacali italiane. Il 90% dei ferraioli ticinesi è composto da frontalieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.