Trekking estremo sui monti lariani. Sfida massacrante su 115 chilometri

alt

L’evento – Appuntamento per il 13 e 14 luglio

Nuovo appuntamento nel Comasco per gli appassionati di trekking “estremo”. Il 13 e 14 luglio, infatti, le montagne della riva occidentale del lago saranno interessate dalla terza edizione della “Marathon Trail Lago di Como”, organizzata dal Molinari Triathlon team Como in collaborazione con l’associazione “I Muscoli del Lario” e la Comunità Montana Lario Intelvese.
Su 115 km di sentieri, mulattiere e strade, si correrà da Como

a Menaggio. Il percorso, che si snoda sui monti toccando quote significative come Orimento (1.250 metri) e il Generoso (1.700), unirà la città di Como, la Valle Intelvi, il comune di Campione d’Italia, Argegno e Menaggio.
Nel corso della gara vi saranno punti di ristoro e di assistenza, grazie agli oltre 250 volontari. Peculiarità di questa marathon trail è il panorama mozzafiato che i partecipanti ammireranno, passando dai rifugi Boffalora e Venini e dalla Valle dell’Inferno di Lanzo Intelvi.
Il percorso da 115 chilometri prevede un dislivello totale di 6.500 metri; chi vorrà, potrà tuttavia disputare una gara più breve, di 38 chilometri, che parte da Argegno e termina a Menaggio. A questa “mezza” maratona possono iscriversi anche i cani con i loro padroni. La maratona ha già avuto successo lo scorso anno con 350 iscritti.
Dietro a questa fatica ci sono i fratelli Molinari: Riccardo (il presidente del club), Stefano, assessore allo Sport della passata amministrazione di Como, e Matteo, ideatore, oltre che della maratona, del progetto “Percorso Trekking Monti Lario-Intelvesi”.
La voglia e il «desiderio ancestrale di ritorno alla natura» di Matteo Molinari lo impegnano ad incentivare il turismo ecologico e sportivo – salutistico nella nostra zona. Nella testa di Matteo, è stato spiegato, c’è l’idea di riqualificare i sentieri ormai abbandonati e ristrutturare i rifugi, segnare il percorso con una segnaletica precisa e costante, trasformare quindi il percorso della maratona in un itinerario turistico, con la speranza che arrivi il supporto delle amministrazioni.
Alla conferenza ha parlato anche l’assessore al Turismo e allo sport del comune di Como, Luigi Cavadini: «Il Lago di Como è un brand che funziona autonomamente, ma i turisti non si accontentano più dei soliti luoghi» ha spiegato.
Una parte della quota d’iscrizione (65 euro per la gara da 115 chilometri, 35 euro per quella da 38, 50 euro per la sfida uomo-cane) verrà devoluta all’associazione “Rosa Blu”, che tutela i diritti e promuove l’integrazione sociale delle persone con disabilità. Questo proprio perché, come sè stato spiegato dall’organizzazione: «Lo sport ha una forte valenza sociale e per questo è giusto aiutare chi è meno fortunato di noi».
Il comune di Menaggio, con l’aiuto della Protezione Civile, metterà a disposizione degli iscritti la palestra per trascorrere la notte, mentre la Csu di Como ha concesso il parcheggio delle auto in zona stadio al costo di 4/5 euro per l’intera durata della manifestazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili su Internet sul sito ufficiale della kermesse www.marathontraillagodicomo.it, oppure sulla pagina Facebook “Marathon trail Lago di Como”.

Giorgia Amarotti

Nella foto:
Da sinistra Stefano e Matteo Molinari, l’assessore Luigi Cavadini e il consigliere regionale Francesco Dotti alla presentazione (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.