Tremezzina, Baronchelli incontra i suoi tifosi

Giovanbattista Baronchelli oggi
Giovanbattista Baronchelli oggi

Gianbattista Baronchelli può finalmente raccontarsi  a Tremezzina a tutti gli appassionati di ciclismo e a chi lo ha tifato fra gli anni ’70 e ’80 quando fu protagonista assoluto nelle più importanti gare nazionali e internazionali.

Domani, infatti, è in calendario, a Tremezzina appunto,  la serata che era stata programmata qualche settimana fa ma che fu poi rinviata per i lavori sulla statale Regina ad Argegno e la conseguente chiusura notturna della strada.

L’evento, dunque, è stato spostato a domani alle 20.45 alla biblioteca comunale di Lenno. Gianbattista Baronchelli presenterà il suo libro “Dodici secondi”, dedicato appunto ai 12” che lo separarono in classifica da Eddy Merckx, vincitore del Giro d’Italia del 1974.

Un’occasione per parlare della carriera dell’ex corridore bergamasco – oggi 65enne – e anche delle sue vittorie al Giro di Lombardia, che conquistò nel 1977 a Como e nel 1986 a Milano. Ingresso libero, con organizzazione a cura di CentoCantù e Club Ciclistico Canturino con la collaborazione delle istituzioni locali.

Baronchelli in una cartolina d'epoca
Baronchelli in una cartolina d’epoca

Proprio un anno fa lo stesso Baronchelli era stato ospite di una affollata serata allo Yacht Club e sul suo successo  nel “Lombardia” del 1977 sul Lario aveva detto: «Una vittoria arrivata in quello che dovrebbe essere sempre il traguardo di questa gara. Como è un palcoscenico perfetto. Il mio ricordo di quel 1977? Una grande soddisfazione, un successo che mi è rimasto nel cuore, forse il più bello della mia carriera. Arrivò in un giorno di pioggia… Una situazione che mi ha sempre esaltato».

Una serata che si inserisce nella rassegna di incontri con i protagonisti del ciclismo, voluta dagli organizzatori locali dell’arrivo del Giro di Lombardia – capitanati da Paolo Frigerio – che anche nel 2018 avrà la sua conclusione in piazza Cavour, il 13 ottobre.

Eventi che hanno sempre chiamato a raccolta tanti appassionati, che volentieri hanno incontrato personaggi del calibro di Vincenzo Nibali, Damiano Cunego, Paolo Bettini, Giuseppe Saronni e Andrea Noè.

M.Mos.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.