Tremezzina: fondi al sicuro per il 2019. Le rassicurazioni bipartisan da Guerra, Braga e Parolo
Politica, Territorio, Trasporti e viabilità

Tremezzina: fondi al sicuro per il 2019. Le rassicurazioni bipartisan da Guerra, Braga e Parolo

Sono state 48 ore di buone notizie sul fronte della variante della Tremezzina.
Dopo le dichiarazioni rassicuranti di Raffaele Erba del Movimento Cinque Stelle, mercoledì, in contatto con lo staff del ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ieri è stata la volta di Lega e Pd. «Torno da Roma con le necessarie rassicurazioni sulla variante» ha scritto ieri su Facebook Mauro Guerra, sindaco di Tremezzina, ex parlamentare e “padre” del progetto viabilistico.
«Negli incontri che ho avuto ho visto confermato un generale e condiviso impegno per mettere in sicurezza anche sul 2019 il finanziamento, se la procedura per il bando sforerà il 31 dicembre 2018».
Impegno assunto, scrive Guerra, «da tutti i nostri parlamentari del territorio, che ringrazio».
L’emendamento specifico sarebbe già in arrivo al Senato. «C’è ancora da vigilare e lavorare – ha aggiunto Guerra – ma in questi anni, intorno alla necessità della variante ed al suo progetto, abbiamo costruito, con il dialogo e le modifiche un consenso ampio, non solo politico».
Sulla stessa linea la parlamentare comasca del Pd, Chiara Braga. «Ho presentato un emendamento alla Legge di Bilancio all’esame della Camera, per garantire la certezza della disponibilità dei finanziamenti già stanziati anche per il 2019. Se lo stesso emendamento troverà accoglimento già nel decreto legge all’esame del Senato, tanto meglio», ha spiegato Chiara Braga. La parlamentare Dem ha ricordato che Anas sta completando la progettazione concordata anche in accordo con la Soprintendenza. «Una volta acquisito il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici si potrà pubblicare il bando».
«Il progetto definitivo della variante della Tremezzina verrà consegnato ad Anas entro 15 giorni» ha assicurato ieri il deputato lecchese della Lega, Ugo Parolo, a margine della riunione indetta al Ministero delle Infrastrutture (Direzione Generale per le strade e autostrade).
«Non tutte le questioni burocratiche e finanziarie sono risolte, nessuno lo nega, ma l’opera non è assolutamente in discussione» ha aggiunto. «Abbiamo fatto il punto sull’iter autorizzativo – sottolinea Parolo – C’è ottimismo per la conclusione di tutte le procedure», ha concluso.

16 Novembre 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto