Treni, i pendolari “interrogano” la Regione. Viaggiatori tesi per il futuro del servizio

Trenord

Vita sempre più dura per i pendolari che utilizzano il treno. Negli ultimi mesi sono infatti stati costretti a subire continui disservizi e a viaggiare in condizioni difficili. Tanto che per ben 5 volte negli ultimi 13 mesi è scattato il bonus – che permette di avere degli sconti – sulla linea Asso-Milano a causa dei ritardi accumulati dai convogli. E non è andata meglio sulla tratta Como-Molteno-Lecco dove i ritardi si sono verificati in 9 mesi su 13. Ecco allora che arriva la presa di posizione di ben 20, tra comitati e associazioni di pendolari lombardi, che evidenzia le criticità del trasporto su ferro. Dal canto suo, inoltre, il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Raffaele Erba, rincara la dose con un duro comunicato stampa. «Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea dell’Avviso di preinformazione su un contratto di servizio pubblico, avvenuta il 27 dicembre, Regione Lombardia ha comunicato la propria intenzione di affidare senza gara l’intero servizio ferroviario di propria competenza per il periodo 2021-2030. Pur non essendo mai nominato (nel rispetto delle procedure di legge), è evidente che il soggetto affidatario sarà Trenord S.r.l. (come anche anticipavano alcune dichiarazioni rilasciate dall’Assessore Terzi negli scorsi mesi) – si legge nella dettagliata nota dei pendolari – Le perplessità che tale scelta suscita non sono di carattere legale ma sull’opportunità di affidare per altri 10 anni a chi non sembra in grado di gestire oggi neanche l’esistente servizio a livelli di decenza. Ad esempio perché magari non rinnovare il contratto alla medesima impresa ma sostituendo la dirigenza secondo criteri oggettivi, meritocratici, verificabili?». Sono solo alcuni dei passi salienti di un documento fitto di considerazioni sul futuro del servizio ferroviario. A rincarare la dose arriva anche poi anche il pentastellato Erba. «La gestione fallimentare del servizio ferroviario da parte di Trenord è visibile su tutte le linee dove si verificano puntualmente pesanti ritardi. Trenord, che gestisce il servizio di trasporto ferroviario e che è controllata da Regione Lombardia, non è ancora riuscita a trovare contromisure efficaci per limitare i ritardi e ridurre i disagi», dice Raffaele Erba, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle che da sempre si occupa della viabilità su rotaia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.