Trenord, ancora disagi. Un ritardo di 40 minuti su una corsa che ne dura 37

Un convoglio di Trenord

Quaranta minuti di ritardo su una corsa che dovrebbe durarne trentasette. Un’altra mattinata da incubo, quella di stamattina, per i pendolari comaschi che utilizzano i treni di Trenord per raggiungere Milano.
Le statistiche più recenti sulla linea Milano-Como-Chiasso sono imbarazzanti: solamente un treno ogni quattro riesce ad arrivare a destinazione puntuale. E di certo la mattinata di oggi non ha migliorato questa statistica. Già uno dei primi treni della mattina, quello delle 6.33 da Como San Giovanni diretto a Milano Centrale, è arrivato con nove minuti di ritardo. In un sistema di trasporti efficiente già un ritardo simile verrebbe considerato un disagio, ma i pendolari di Trenord sono purtroppo abituati a organizzare appuntamenti e orari con un margine di almeno dieci minuti. Dieci, non quaranta: perché il treno successivo, in partenza alle 7.13 da Como San Giovanni, il più utilizzato dai pendolari comaschi, è arrivato alla stazione di Milano Centrale alle 8.30, anziché alle 7.50. Quaranta minuti dopo. Anche il treno successivo delle 7.33 da Como ha accusato un quarto d’ora di ritardo sulla tabella di marcia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.