Treviso, Cantù sconfitta dai veneti: 89-82 il risultato finale

Cesare Pancotto

L’assenza di un elemento cardine come Maarty Leunen e la condizione fisica non ancora al meglio dopo lo stop per il Covid. La Pallacanestro Cantù ha pagato pegno nei confronti dell’Universo Treviso ed è uscita sconfitta nel confronto di oggi in terra veneta, recupero della gara non disputata lo scorso 25 ottobre. I padroni di casa si sono imposti per 89-82.
Un incontro che per certi versi ha ricordato quello di domenica scorsa al PalaDesio, perso dall’Acqua S.Bernardo contro Milano. Prima parte equilibrata (dopo 20’ il tabellone segnava 44 pari) e terza frazione a favore degli avversari (22-12 per Treviso), che alla fine si è rivelata decisiva per l’affermazione dell’Universo. L’ultimo tempo si è chiuso infatti 23-26 per i ragazzi di coach Cesare Pancotto. Magra consolazione, il canturino Jazz Johnson migliore marcatore dell’incontro con 24 punti.
«Nonostante la nostra gran voglia di lottare e reagire, dimostrata nell’ultimo quarto di gioco, credo che Treviso abbia costruito la vittoria basandosi sulla sua maggiore energia – ha detto alla fine coach Cesare Pancotto – Cali fisici? Non si inventa niente nella pallacanestro, ce li aspettavamo. Tuttavia, non mi ci voglio soffermare. Piuttosto, mi importa, e mi è sempre importato, invogliare i miei giocatori a reagire e a lottare, sempre, pur consapevole delle difficoltà che stiamo attraversando in questo momento. Per questo apprezzo il loro grande impegno in questa particolare situazione».
«Abbiamo disputato un’ottima partita – ha detto Max Menetti, tecnico di Treviso – Cantù ha avuto il merito di trovare canestri difficili e ha approfittato delle situazioni in cui non siamo stati cinici. L’Acqua S.Bernardo ha grande talento, non ha mai mollato ed è per questo che i due punti conquistati per noi valgono molto».
I brianzoli, dunque, rimangono fermi a quota 4 punti in classifica, frutto dei successi in trasferta a Varese e in casa contro Pesaro. Domenica a Desio è attesa la Virtus Roma, formazione che è alla pari con Cantù, in quello che si annuncia come un incontro equilibrato e importante in chiave salvezza. Il torneo, comunque, è ancora agli inizi e l’Acqua S.Bernardo dovrà poi recuperare gli impegni con Trieste e Cremona.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.