Tributo a   Osvaldo Fattori,  scomparso a 95 anni
Sport

Tributo a Osvaldo Fattori, scomparso a 95 anni

Osvaldo Fattori durante l’intervista con il Corriere di Como

A 95 anni negli scorsi giorni  è scomparso Osvaldo Fattori, ex giocatore di Inter, Sampdoria e Como; in Nazionale partecipò ai Mondiali del 1950 in Brasile. Tre anni fa il “Corriere di Como” lo aveva incontrato nella sua casa di Appiano Gentile. Per ricordarlo, ripubblichiamo qualche stralcio di quell’intervista.
«Anch’io dovevo essere sull’aereo del Grande Torino. Ma il trasferimento ai granata saltò e ora sono… ancora qui», aveva esordito, spiegando poi il perché: «Prima della firma con il club granata dovevo giocare una partita-provino. Ma la sera prima del match mangiai un sacco di ciliegie che mi causarono seri problemi intestinali: non se ne fece nulla».
Fattori faceva parte della squadra del Como che nel periodo 1944-1945 vinse il Trofeo Lombardo. «Un successo scontato, eravamo troppo forti – aveva detto – Era una bella squadra, con personaggi come Annibale Frossi, Giorgio Aebi e Gian Marco Mezzadri».
A causa della guerra non c’era un vero e proprio campionato. «In teoria dovevo andare in Africa, con Fausto Coppi, che ho conosciuto proprio in quel periodo e di cui ero diventato amico. Ma, inventandomi un problema fisico, evitai la chiamata».
«Mi consigliarono di venire a Como, dove c’era una squadra per così dire “protetta”, che avrebbe giocato il Trofeo Lombardo. Mi ricordo il ritiro sul lago, più che le partite. Evitai la guerra, mentre, come gli appassionati sanno, Coppi fu mandato a combattere in Africa».
Poi, terminato il conflitto mondiale e lasciato il Lario, andò per due anni alla Sampdoria e poi all’Inter. Non mancò un ricordo della disastrosa spedizione dell’Italia ai Mondiali del 1950.
«Preparammo i Mondiali sul ponte di una nave. Dopo la tragedia del Grande Torino venne programmato il viaggio in nave, evitando l’aereo – aveva ricordato Osvaldo Fattori – non certo la condizione migliore. Infatti non abbiamo combinato molto. Ma almeno mi rimane un ricordo positivo: durante il viaggio mi comunicarono che era nata mia figlia Susanna e tutti assieme brindammo».
M.Mos.

3 gennaio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto