Tricolori di tennis, domani la sfida Arnaboldi-Gaio

Andrea Arnaboldi

Andrea Arnaboldi scende in campo domani nella sfida dei quarti contro Federico Gaio ai campionati italiani di tennis, in corso a Todi, in Umbria. Quello con il comasco sarà il secondo match sul campo centrale.
Mentre Andrea è atteso dall’importante partita, suo cugino Federico, come da pronostico, oggi è stato eliminato dalla competizione tricolore nella sfida degli ottavi contro il numero uno del tabellone, Lorenzo Sonego. Quest’ultimo si è imposto agevolmente, anche se il 20enne di Cantù ha tenuto alla grande il campo mettendo in difficoltà il quotato avversario. Sul 2-2 del primo parziale, con un errore di diritto Arnaboldi Junior ha per esempio sprecato una palla break per andare avanti 3-2. L’allungo è arrivato subito dopo, ma da parte del piemontese che è andato 4-2 per chiudere 6-3 con un solo servizio strappato a fare la differenza.
Nella seconda partita il lariano ha avuto un’altra occasione per rientrare nel match (era sotto 3-1) ma alla fine è stato sempre Sonego a spingersi fino al 6-2 dopo un’ora e 30 minuti di gioco. Il match era proibitivo e la cosa era nota, visto che Federico aveva di fronte un top player, tra i primi 50 al mondo.
Ma al termine è stato proprio Sonego a elogiare il giovane avversario. «Federico Arnaboldi è cresciuto molto negli ultimi mesi – ha detto il piemontese – Sta facendo passi da gigante. Se ha fiducia nei suoi mezzi può diventare molto pericoloso; per questo ero un po’ teso all’inizio della partita, sapevo di dover partire bene».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.