Trombetta al caffè dei poeti

altOggi in via Vitani
Quando la scrittura in dialetto trascende i limiti della nostalgia in cui spesso la relegano tanti superficiali cultori del vernacolo, si fa una lezione di etica e un banco di prova stilistico tra i più ardui. È il caso di un poeta che oggi è ospite al “Caffè letterario” presso l’Osteria del Gallo di via Vitani 16 a Como.

Alle 17.30 è infatti di scena Vito Trombetta, scrittore dialettale, nato nel 1944 a Torno, ma residente ormai da quarant’anni a Laglio, le cui poesie sono state inserite nell’antologia Nuovi poeti italiani edita da Einaudi. Presenta la sua ultima collezione che evoca la storia della sua famiglia: il titolo è L me. Socio fondatore dell’associazione “Luoghi Non Comuni”, Trombetta tiene laboratori di scrittura creativa presso comunità di malati psichici e scuole elementari. Tra le sue pubblicazioni “Il bambino che non disegnava l’acqua” (foto) nella collana “Minima poetica” della galleria “Il Salotto”. Ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.