Troppo costosa la strada di accesso al S. Anna

SAN FERMO DELLA BATTAGLIA
Pur non essendo leghista, questa volta sono in pieno accordo con Nicola Molteni. Essendo residente a San Fermo, a meno di un chilometro dal nuovo ospedale, ho vissuto in pieno i disagi per il rifacimento di via Imbonati/via Ravona (chiuse per quasi un anno). Quel tratto di strada, a mio modesto parere, poteva essere rifatto ma spendendo molto meno, e cioè limitando le rotonde e i marciapiedi costruendone magari uno solo con pista ciclabile e non due, anche perché i pedoni che giornalmente li usano si possono contare su una al massimo due mani, per non parlare poi delle biciclette. E per ultimo l’illuminazione: penso che se si dovesse fare una misurazione saremmo a livelli di illuminamento di una delle vie  del centro di Como con ben altra densità abitativa.
Scrivo questo per dire che la Provincia ha già buttato troppi soldi dei contribuenti (e spero vivamente non ne butti altri) per una strada che, oltre a essere inutile, distruggerebbe ancora quel poco di verde che nel mio comune non ha ancora distrutto il consiglio comunale.
Tra l’altro i soldi risparmiati potrebbero essere utilizzati per risarcire i pazienti/visitatori che parcheggiano all’ospedale.
Infine, concludo dicendo che pur essendoci un accordo stipulato a suo tempo tra Comune e Provincia, non sarebbe la prima volta in Italia (magari…) se venisse disatteso.
Mauro Pellegrini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.