Trova una bomba a mano in cascina. Ferito grave un 15enne della Valle Intelvi

alt

Paura ieri pomeriggio alle 15.30. Miracolosamente illeso il fratello di 16 anni
L’ordigno è esploso investendo il ragazzo. Colpite soprattutto le gambe

Un ragazzo di 15 anni della Valle Intelvi è ricoverato all’ospedale di Varese con gravi ferite alle gambe. Non sarebbe in pericolo di vita ma le sue condizioni destano comunque preoccupazione nello staff medico. Il giovane è rimasto vittima ieri pomeriggio, intorno alle 15.30, di una esplosione avvenuta in un cascinale costruito in un terreno di famiglia. A saltare in aria, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata una bomba a mano la cui origine è tutta da stabilire. Un ordigno finito nelle

mani del ragazzo che con il fratello di 16 anni si trovava nel fienile. La dinamica di quanto accaduto è ora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Menaggio, intervenuti sul posto con i vigili del fuoco e il 118 che ha prestato le prime cure alla vittima, poi trasportata con l’elisoccorso all’ospedale di Varese. Illeso ma sotto shock il fratello, presente anche lui nel cascinale al momento dell’esplosione.
La dinamica dell’accaduto
Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma nella prima fase delle indagini, pare che i due fratelli avessero trovato la bomba a mano già il giorno precedente all’esplosione mentre lavoravano alla sistemazione di un fienile in una proprietà di famiglia acquistata una decina di anni fa.
Gli ordigni inesplosi ritrovati nel cascinale sono stati addirittura due, assieme a due scatole di munizioni. Arsenale presumibilmente risalente non alla guerra mondiale ma agli anni ’60, anche se su questo punto non ci sono certezze. I giovani sarebbero poi tornati il giorno dopo (ieri) nella struttura iniziando a maneggiare le armi, fin quando una delle due bombe a mano è deflagrata investendo le gambe del 15enne. L’esplosione alle 15.30. I soccorsi sono giunti a fatica percorrendo la mulattiera che conduce al cascinale, per poi trasportare il ragazzino in elicottero fino all’ospedale. Le condizioni sono serie e le ferite alle gambe importanti, motivo per cui la prognosi rimane riservata. Il 15enne non dovrebbe però essere, come detto, in pericolo di vita.
In Valle Intelvi sono giunti gli artificieri
Come detto, tuttavia, nei pressi del cascinale non si trovava solo la bomba a mano esplosa, ma anche un ordigno gemello del primo, oltre a una doppia scatola di munizioni.
Motivo per cui i carabinieri della compagnia di Menaggio hanno allertato gli artificieri partiti da Milano che hanno poi raggiunto la Valle Intelvi per disinnescare le bombe.

Mauro Peverelli

Nella foto:
La bomba inesplosa, copia gemella di quella che è deflagrata (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.