Trovato morto in casa a Sorico: svolta nelle indagini. Arrestato il fratello

tribinale como palazzo di giustizia

Clamorosa svolta, all’alba di questa mattina, nelle indagini per la morte di Arno Sandrini, uomo trovato senza vita nella propria casa di Sorico il 1 marzo di quest’anno. I carabinieri della compagnia di Menaggio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Como, nei confronti del fratello 43enne.

L’indagine è stata coordinata dal pm Antonio Nalesso e condotta dal Nucleo Operativo della Compagnia di Menaggio. Il corpo oramai senza vita di
Arno Sandrini, già in precarie condizioni di salute, non evidenziava la presenza di lesioni esterne che in modo palese potessero evidenziare un delitto. Nel corso dei mesi, tuttavia, le indagini hanno invece permesso di
raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti del fratello convivente della vittima e di appurare che lo stesso indagato, al culmine di uno scatto d’ira e avvalendosi di un’arma da taglio, si sarebbe macchiato del fratricidio. Maggiori dettagli in giornata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.