Cronaca

Trovato un ordigno bellico inesploso nel cantiere delle paratie

Di fronte a piazza Cavour
Oggi e domani le operazioni di bonifica e disinnesco. Il residuato verrà poi fatto brillare
Non bastano le grane giudiziarie e i fascicoli di indagine aperti dalla procura cittadina; non bastano i ritardi che da anni ormai snervano i cittadini del capoluogo lariano; nelle scorse ore si è pure aggiunta una nuova bomba a rallentare i lavori delle paratie. E la parola “bomba” non l’abbiamo usata a caso.
Nello specchio d’acqua di fronte a piazza Cavour, a circa cinque metri dalla riva, è stato infatti rinvenuto un proietto d’artiglieria di 30 centimetri per 7,5 probabilmente finito
nel Lago di Como negli anni della seconda guerra mondiale.
Della scoperta, effettuata da uomini che stavano scandagliando il fondale, sono state immediatamente informate le forze dell’ordine e pure la Prefettura lariana che ieri mattina ha fatto pervenire un comunicato relativo alla rimozione dell’ordigno bellico.
La bonifica scatterà già da oggi, e sarà curata dall’unità specializzata della Marina militare di La Spezia (Nucleo Sdai) e dell’esercito (X Reggimento genio guastatori di Cremona).
Per effettuare le operazioni in tutta sicurezza, il prefetto Michele Tortora ha impartito precise direttive a tutti gli addetti alla rimozione dell’ordigno bellico.
La giornata clou per la rimozione sarà domani, quando nella mattinata il proietto d’artiglieria verrà recuperato dalle acque del Lario da parte degli uomini della Marina militare; verrà poi consegnato agli artificieri del genio guastatori di Cremona e infine disinnescato e fatto brillare.
«In questa fase – sottolinea però la prefettura di Como nel suo comunicato stampa diffuso ieri mattina – potrebbe verificarsi una momentanea interdizione del traffico veicolare nel tratto di strada del lungolago antistante piazza Cavour».
Disagi che tuttavia, sempre secondo il palazzo del Governo, dovrebbero arrecare un disturbo limitato per un periodo breve di «10, 15 minuti».
«Occorre sottolineare – precisa ancora la Prefettura – come le operazioni di bonifica riguarderanno un solo ordigno esplosivo e pertanto l’intervento di brillamento programmato, per quantità e tipologia, risulta essere assai ridotto rispetto a quelli disposti anche nel recente passato».
Dunque, oggi e domani le paratie torneranno a essere prepotentemente al centro dell’attenzione della cronaca locale, ma per motivi ben diversi da quelli che tutti i cittadini si augurerebbero.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Un ordigno bellico inesploso è stato rinvenuto nello specchio d’acqua antistante piazza Cavour. Oggi e domani le operazioni di bonifica dell’area interessata
8 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto