Turba: «I Cinquestelle non conoscono bene il territorio lariano»

«I Cinquestelle non conoscono bene il territorio lariano» al pari del presidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi, è dura anche la reazione alle dichiarazioni pentastellate sulle grande opere del territorio del sottosegretario leghista al Pirellone, Fabrizio Turba.

«Sono disposto ad accompagnare il ministro delle Infrastrutture sulla Tremezzina e in Pedemontana per fargli capire le difficoltà quotidiane del traffico sul Lario».

Ma la Lega governa insieme al M5S a Roma, si potrebbe obiettare. «E allora mettiamoci tutti insieme attorno a un tavolo a discutere fino in fondo dei problemi. Il caos nella Tremezzina è quotidiano, i cittadini lo conoscono bene e non vedono l’ora che partano i lavori. È un’opera che serve al territorio e alla sua attività economica e turistica, e qualche anno di cantiere non mi preoccupa affatto».

Sulla questione della tangenziale di Como, Turba è ancora più severo: «Rivendico, come sottosegretario della Regione che è uno dei quattro motori economici d’Europa e versa forti tributi allo Stato centrale, la facoltà di chiedere a Roma che una infrastruttura del genere, verificata la sua sostenibilità economica, possa diventare pubblica. I cittadini lariani hanno pagato fior di tasse, non mi si venga a dire a priori che non è possibile trovare una soluzione».
I Cinquestelle propongono come alternativa di elettrificare la Como-Lecco: «Anche qui – dice Turba – occorre studiare di più il problema e il territorio. E verificare se si possono garantire i requisiti minimi per una infrastruttura che da regionale passerebbe a internazionale. Le gallerie andrebbero modificate? Si è fatto i conti con gli orari? Le stazioni non sono poi nei centri abitati per cui occorrerebbe un sistema di pullman per portare i pendolari ai treni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.