Turchia: altra ex chiesa bizantina ridiventa moschea

Dopo Santa Sofia

(ANSA) – ROMA, 21 AGO – Dopo aver decretato che Santa Sofia, prima chiesa bizantina, poi moschea e quindi museo, tornasse ad essere luogo di culto islamico, la Turchia ha emesso un nuovo decreto presidenziale che trasforma San Salvatore in Chora, già chiesa bizantina e diventata Museo Kariye dopo la seconda guerra mondiale, in una moschea. Lo scrive il quotidiano greco Kathimerini. Il cambio di status era stato approvato già a dicembre 2019, ma la decisione del Consiglio di Stato turco non era stata ancora attuata. Costruita nel IV secolo, San Salvatore fu ricostruita tra 1077 e il 1081, quindi nuovamente nel XII secolo dopo un crollo parziale causato da un terremoto. Contiene pregevoli mosaici di epoca bizantina ed è un sito Unesco. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.