Turchia denuncia ‘nuova violazione della Grecia nell’Egeo’

Ue: no ad azioni unilaterali di Ankara

(ANSA) – ISTANBUL, 15 SET – La Turchia ha emesso un nuovo avviso ai naviganti (Navtex) nel mar Egeo, in cui denuncia una violazione da parte della Grecia dello status di Chios come isola non militarizzata, previsto dal trattato di Losanna del 1923. L’isola si trova a poche miglia dalla costa turca di Cesme, nella provincia di Smirne, dalla cui stazione è stata emessa la comunicazione sulle restrizioni alla navigazione. Intanto l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell parlando alla plenaria del Parlamento europeo, ha sottolineato la necessità di "riannodare il dialogo" con Ankara, invitando la Turchia ad "astenersi dall’intraprendere azioni unilaterali. "La situazione nel Mediterraneo orientale richiede un impegno urgente e collettivo", ha detto Borrell. "Ci troviamo davanti ad uno spartiacque nelle nostre relazioni con la Turchia, le soluzioni non arriveranno da una relazione sempre basata sullo scontro, noi non vogliamo questo – ha aggiunto -. La Turchia è un vicino importante per l’Ue ed è un partner chiave su molte aree come ad esempio la migrazione". "Le nostre relazioni con la Turchia sono a un bivio – ha concluso – ed è giunto il momento per i nostri leader di prendere decisioni difficili" al Consiglio europeo del 24 e 25 settembre. Ha poi precisato che "non c’è ancora un accordo per le sanzioni". Per sanzionare un paese terzo serve l’unanimità dei 27. Riprendono intanto i colloqui tecnici tra le delegazioni militari di Turchia e Grecia presso la presidenza del Comitato militare della Nato a Bruxelles per cercare di stabilire canali di comunicazione utili a evitare nuovi incidenti nel Mediterraneo orientale. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.