Turismo: Delphina all’insegna della vacanza sostenibile

Più di diecimilaseicento tonnellate di Co2 risparmiate in 3 anni

(ANSA) – ROMA, 31 LUG – "Puntare sulla vacanza sostenibile per riscoprire in tutta la loro pienezza le attrattive di un territorio". E’ la filosofia di Delphina Hotels & Resorts, attiva dagli anni ’90 nel Nord della Sardegna con lo slogan "la natura come progetto". "Delphina Hotels & Resort – spiega il direttore marketing Libero Muntoni – è la prima catena alberghiera italiana e una delle prime al mondo, ad utilizzare in tutti gli hotel, resort e nella sede centrale energia al 100% verde, proveniente da fonti rinnovabili, con un risparmio di 3.536 tonnellate di Co2 ogni anno. Nell’ultimo triennio più di 10600 tonnellate risparmiate: l’equivalente della Co2 assorbita da 75.000 alberi in un anno intero". Grande attenzione è rivolta anche alla mobilità sostenibile. "Nelle strutture Delphina per lo spostamento degli ospiti all’interno dei resort circolano veicoli elettrici ricaricati sul posto e sono presenti anche colonnine per le auto elettriche degli ospiti" spiega. Dal 2019 è stato abolito l’utilizzo delle bottiglie di plastica da strutture e uffici, con un risparmio di più di 68 mila e 700 bottiglie, sostituite con vetro e alluminio. Una svolta che ha interessato le 1600 camere e appartamenti, i 32 ristoranti e i 22 bar del gruppo. "I risultati raggiunti – aggiunge Muntoni – sono il segnale di come si possa fare impresa nel comparto turistico rispettando e valorizzando i territori. Anche con l’emergenza Covid abbiamo mantenuto le nostre policies per la tutela dell’ambiente conciliandole con i protocolli sanitari". I Delphina Hotels & Resorts sono stati realizzati e sono gestiti direttamente da due famiglie galluresi. Fin dagli anni ottanta, alberghi e appartamenti sono stati progettati come edifici diffusi e a basso impatto visivo, integrati nel paesaggio circostante, prendendo spunto dallo "stazzo", tipica costruzione di campagna gallurese. Le piante autoctone come il ginepro e l’olivastro, richiedono un minore fabbisogno idrico e rilasciano salubri essenze. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.