Turismo, nuovo sportello in stazione

altPresentato l’info-point nell’atrio di San Giovanni. Presto altre opere di ammodernamento
(a.cam.) Il rilancio della stazione di Como San Giovanni inizia da un nuovo info-point del Comune di Como, inaugurato ieri mattina nel salone dello scalo ferroviario. L’ufficio, realizzato in una struttura prefabbricata, è gestito dall’associazione C-Lake Today e sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17, orario che potrebbe essere modificato in base alle esigenze degli utenti.
La struttura è stata data a Palazzo Cernezzi in comodato d’uso gratuito dalla Camera di Commercio di Como. I lavori di allestimento, costati circa 35mila euro, sono stati finanziati in gran parte con i fondi della tassa di soggiorno.

«È una tassa di scopo – ha ricordato l’assessore al Turismo, Luigi Cavadini – e gli introiti sono destinati al rilancio del settore. L’info-point, assieme al rifacimento dei servizi igienici in diverse zone della città, è il primo intervento realizzato con queste risorse».

Lo scorso anno, nel vecchio – e contestato – ufficio informazioni attivo al primo binario, gli utenti erano stati oltre 12.500. «Il numero sarà almeno raddoppiato grazie alla nuova struttura», ha detto Cavadini.
La gestione del nuovo ufficio – insieme a quella di via Magistri Comacini e di altri servizi turistici come l’accoglienza al Monumento ai Caduti – è stata affidata dall’assessorato al Turismo attraverso una gara con importo a base d’asta di 104mila euro, Iva esclusa. Ad aggiudicarsi la gara è stata l’associazione C-Lake Today, costituita per la maggioranza da guide e accompagnatori turistici abilitati del territorio. Gli operatori sono in grado di rispondere agli utenti in inglese, francese, spagnolo, tedesco e russo.
Da aprile a settembre, l’ufficio informazioni della stazione San Giovanni sarà aperto per 56 ore settimanali, con orario continuato dalle 9 alle 17 e possibilità di variazioni in base all’orario dei treni. In bassa stagione, da ottobre a marzo, è prevista l’apertura per 42 ore settimanali, dalle 9 alle 16 con un giorno di chiusura.
Per quanto riguarda i lavori di riqualificazione della stazione, che fanno capo a “Cento Stazioni” e Trenord, l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Como, Daniela Gerosa, ha ribadito la necessità di tempi rapidi. «Il primo lotto, che prevede la realizzazione degli ascensori e il restyling del sottopasso, dovrebbe essere terminato entro la fine dell’anno – ha detto l’esponente della giunta di Palazzo Cernezzi – Il rialzo della banchina, invece, è in programma per il prossimo anno e ho chiesto che sia fatto prima di Expo».

Nella foto:
L’esterno della struttura prefabbricata (fotoservizio Mattia Vacca)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.