Turismo, tutto esaurito in città per la Pasqua
Territorio, Turismo

Turismo, tutto esaurito in città per la Pasqua

Destinazione lago di Como, tutto esaurito. O quasi. La Pasqua 2018 si preannuncia all’insegna dell’invasione di turisti nonostante le incerte condizioni meteo, specialmente per la giornata odierna.
A certificare il buon andamento delle prenotazioni, intervengono i numeri. Che parlano chiaro. Su Booking.com, uno dei portali più utilizzati per trovare una sistemazione, ben l’86% dei posti disponibili per il periodo compreso tra il venerdì santo e il giorno di pasquetta risultano prenotati. Ancor più sorprendenti i dati forniti da un altro motore di ricerca specializzato – si tratta di Trivago – che evidenza come su 4.161 strutture disponibili, sempre per la destinazione lago di Como, ne siano rimaste solo 100 in grado di offrire ancora qualche posto libero per il weekend pasquale per chi cerca una camera doppia. Cifre che ben si possono comprendere girando per la città dove i turisti sono sempre più presenti.

Andrea Camesasca Andrea Camesasca

Complice anche la fiera di Pasqua e le bancarelle colorate, già da ieri il centro era molto affollato così come il fronte lago, i battelli e la funicolare per Brunate.
Andamento positivo confermato anche dal vicepresidente degli albergatori comaschi, Andrea Camesasca. «Tutti gli indicatori a nostra disposizione sembrano confermare le buone previsioni per questa Pasqua – spiega Camesasca – nonostante le condizioni meteo altalenanti. Il nostro territorio continua ad attirare molti turisti e la conferma del buon lavoro è data anche dal fatto che stanno aprendo nuove strutture sul lago».
Ma sempre di più la tendenza «non è solo verso il lago di Como quale destinazione glamour o chic ma anche quella di esaltare un territorio dove è possibile ritornare al contatto con la natura. Dove poter compiere escursioni, passeggiate nel verde e dove potersi concedere delle pause rilassanti. E sicuramente questo un nuovo fronte su cui lavorare». Elementi che ben si fondono con «il buon andamento anche del settore dei bed and breakfast e degli agriturismo», aggiunge Camesasca che rilancia anche sui servizi. «Sempre più necessario insistere sul miglioramento delle infrastrutture e dei collegamenti sul lago e nell’intero territorio per consentire di andare alla scoperta anche delle altre opportunità offerte dalla provincia». Alcuni segnali vanno proprio in tale senso. «Sempre più spesso, negli ultimi tempi, in caso di festività come quelle natalizie o la stessa Pasqua, una città come Milano, regina del turismo, si svuota. Si tratta di un elemento da non sottovalutare, può infatti significare che si sta diffondendo la voglia di staccarsi dalla grandi destinazioni per andare alla riscoperta di tour più a contato con la natura dove prevalga la ruralità. Elementi che ben si sposano con quanto ha di magico da offrire il nostro lago», chiude Camesasca.

31 Marzo 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto