Turista olandese derubata e ferita, arrestato l’aggressore

Paura in centro – La persona fermata è un marocchino senza permesso di soggiorno. È stato inseguito dalla polizia che lo ha bloccato in via Borgovico
La giovane, 19 anni, stava prendendo il sole ai giardini a lago. È stata colpita con una bottiglia
Derubata del cellulare mentre prendeva il sole accanto al Tempio Voltiano, una turista olandese di 19 anni ha inseguito e raggiunto il ladro, che non ha esitato a colpirla con una bottiglia di vetro. La giovane, che ha subìto una seria ferita alla pancia, è stata trasportata al Sant’Anna, mentre il malvivente è stato individuato e arrestato dalla polizia.
Il violento episodio è accaduto pochi minuti prima delle 14, mentre nella zona dei giardini a lago e del Tempio erano presenti decine
di persone, comaschi e turisti che si stavano concedendo una pausa nel momento di picco del caldo. La ragazza era in riva al lago con un gruppo di sei amiche, tutte turiste olandesi. Era sdraiata al sole e aveva posato la borsa sull’erba. Tentando di passare inosservato, un nordafricano si è avvicinato e ha rubato il cellulare della ragazza.
In pochi istanti, la 19enne si è resa conto di quanto accaduto. Non si è persa d’animo e ha inseguito il ladro, raggiungendolo pochi metri più in là in via Guglielmo Marconi.
Il malvivente, che aveva in mano una bottiglia di birra, ha spaccato il contenitore contro un muretto e l’ha poi usato per colpire la ragazza. Il vetro ha ferito la giovane turista alla pancia. Un taglio lungo oltre dieci centimetri, fortunatamente non profondo. Immediata la richiesta di aiuto. Ai giardini a lago sono intervenuti un’ambulanza della Croce Rossa e gli agenti della Questura di Como.
I poliziotti si sono messi sulle tracce del ladro, che nel frattempo era fuggito a piedi. Il malvivente è stato fermato nella zona di via Borgovico. Gli agenti lo hanno riportato ai giardini a lago, dove è stato riconosciuto dalla ragazza ferita e da altri turisti presenti. La 19enne è stata trasportata al pronto soccorso del Sant’Anna, dove è stata medicata e poi dimessa alcune ore dopo con una prognosi di dieci giorni. Fortunatamente la ferita era superficiale e non ha provocato lesioni interne.
Sul lungolago, dove si era formato un capannello di persone, gli agenti hanno raccolto la testimonianza delle amiche della 19enne ferita e di altre persone che hanno assistito all’episodio. Più tardi, i poliziotti hanno ascoltato anche la giovane, protagonista suo malgrado del grave episodio, ancora comprensibilmente spaventata ma in buone condizioni generali.
Il malvivente fermato dagli agenti è un nordafricano originario del Marocco, illegalmente presente in Italia e senza documenti. È stato arrestato e trasferito in carcere al Bassone con l’accusa di rapina impropria e lesioni. Dell’episodio è stato informato il sostituto procuratore di turno, Simona De Salvo.

Anna Campaniello

Nella foto:
Ieri mattina, ai giardini a lago, una giovane turista olandese è stata derubata, aggredita e ferita da un marocchino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.