Tutti i dubbi sulla maturità e sul prossimo anno scolastico

C’è chi dice no
di Anna Campaniello

Dizionario, penna e la giusta dose di ansia. Nell’era digitale, non cambia il rituale dell’esame di maturità, che oggi vede impegnati oltre 3.600 studenti lariani. Ad aprire le danze, come d’abitudine, la prova d’italiano, uguale per tutti.
Un’occasione per accendere le luci sull’universo della scuola, che tocca da vicino migliaia di famiglie. Anche se l’ultima campanella è suonata solo da pochi giorni, infatti già si guarda con preoccupazione all’avvio del nuovo anno scolastico,

soprattutto alla luce delle notizie che si susseguono su tagli al personale, servizi a rischio, organici carenti.
Per fare un quadro della situazione, come d’abitudine “C’è chi dice no” prova a dare voce a tutti i protagonisti, dagli studenti ai docenti, dalle famiglie ai rappresentanti delle istituzioni. Chiunque volesse far sentire direttamente la propria voce può incontrare cronisti e operatori alle 10.30 in via Milano, davanti all’istituto Pessina. In serata, a partire dalle 20.30, Adria Bartolich, segretario lariano della Cisl Scuola sarà presente per fare un quadro della situazione e rispondere alle domande dei telespettatori. È già possibile inviare richieste e segnalazioni via mail all’indirizzo chidiceno@espansionetv.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.