Tutti i parcheggi abusivi e pericolosi

È lungo l’elenco nella città di Como

Chiedo la vostra ospitalità per segnalare diverse condizioni di abusivismo esistenti in alcuni parcheggi in città che potrebbero causare incidenti.
1) Via Petrarca. L’incrocio con la via Dante, sulla destra verso la stazione Como Borghi, è in permanenza occupato oltre le strisce di parcheggio. Ciò provoca difficoltà di immissione per le auto provenienti dalla stessa via Dante. Il parcheggio nella parte sinistra termina all’altezza della sede dell’Inail, in modo da consentire, a passaggio a livello ferroviario chiuso, la svolta su via Carloni come anche indicato dalla segnaletica orizzontale.
Anche qui, il continuo parcheggio abusivo impedisce di effettuare tale manovra che invece potrebbe sgravare il traffico sulla stessa via.
2) Via Anzani. Sul tratto che da via Palestro va verso via Valleggio, all’altezza del bar “Cittadella”, non è consentita la sosta. Invece la continua non osservanza a tale disposizione rende difficile il traffico verso il sottopasso della ferrovia.
3) Via Magenta. In corrispondenza dell’incrocio con via dei Mille, all’altezza del mercato “Arcobaleno”, è vietata la sosta, pena rimozione forzata. Invece il parcheggio abusivo elimina la visibilità verso destra  con rischio di incidenti.
4) Via El Alamein. Sul lato dell’ufficio postale le auto occupano costantemente il passaggio pedonale e il tratto destinato a “stop”. Di conseguenza diventano critiche sia l’entrata che l’uscita verso via Montegrappa.
5) Via Carloni. La corsia lato “Esselunga”, che dovrebbe consentire l’immissione in via Piave, è praticamente sempre occupata da mezzi in posizione contromano. Tale palese violazione del Codice della Strada crea ingorghi quando escono automezzi anche pesanti dal Supermercato.
6) Via Bonomelli. In questa via, nella sua parte terminale verso via D’Acquisto, sono state create due corsie con divieto di parcheggio che nessuno rispetta durante la funzioni religiose. Sarebbe opportuno ripristinare una sola corsia. Auspico che chi di dovere proceda ai  dovuti controlli per obbligare tutti i cittadini a rispettare le norme comunali.

Silvano Marinucci

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.