Tutti sulla riva di “quel ramo del Lago di Como”

alt Le opinioni degli erbesi
(f.bar.) Erba guarda al tunnel di Pusiano e “vede” Lecco. I cittadini, da sempre più propensi a prediligere la sponda lecchese, non modificheranno di molto le loro abitudini.
A lavori ultimati, la galleria consentirà infatti di raggiungere senza ingorghi e velocemente la città manzoniana. Inevitabile, dunque, pensare che saranno sempre di meno gli erbesi in riva al lago a Como. Anche se i residenti non sembrano curarsi in maniera eccessiva del problema. «È un fatto inevitabile. Quest’opera

, una volta ultimata, renderà sicuramente più comodo raggiungere Lecco, meta già di per sé molto gettonata. Non escludo, dunque, che possano aumentare i flussi in quella direzione. In tal senso, un simile tunnel faciliterà gli spostamenti», dice Gianpaolo Dolcini.
La galleria aprirà nuove prospettive a chi abita a metà strada tra Como e Lecco, ovvero proprio gli erbesi che abitano a 14 chilometri da Como e a 15 da Lecco. Un delicato equilibrio potenzialmente a rischio. «Indubbiamente Como offre di più ma non ha parcheggi. È difficile da raggiungere. Già ora è una dura lotta con Lecco, in futuro non potrà che peggiorare. O a Como si interviene per migliorare la viabilità e la possibilità di parcheggiare o molti non ci andranno più», aggiunge Eugenio Orioli.
Il cantiere per la variante di Pusiano è stato aperto all’inizio dello scorso mese di novembre. L’opera costerà alla Provincia oltre 23 milioni di euro e prevede un percorso che si sviluppa per una lunghezza di 2.160 metri, di cui 544 in galleria artificiale, 816 in galleria naturale e il resto a cielo aperto.
La strada sarà realizzata con carreggiata a due corsie, una per ogni senso di marcia. La nuova arteria consentirà di evitare il transito dei veicoli dal centro abitato del paese. La chiusura dei lavori è prevista per l’autunno del 2016. «Siamo effettivamente a metà strada dai due centri – dice Licia Mattioli – Sarà utile sapere di potersi muovere con agilità ma penso sinceramente che il tunnel influirà in maniera relativa sulla scelta degli erbesi».
«Sinceramente, mi sembra un falso problema – interviene Marcello Rizzi – Chi vuole continuerà a gravitare su Lecco e altrettanto faranno gli amanti di Como».
Il dibattito dunque ha differenti sfaccettature.
«Più che di facilità nel muoversi si tratta di gusti differenti – dice Daniele Proganò – Io non disdegno Como e penso di andarci ancora nonostante la nuova galleria».
«Non mi lascerò condizionare. Continuerò ad andare dove voglio. Se poi si tratta di viaggi di piacere, mi farò condizionare ancora meno», dice invece Nicoletta Ostini.
«Si potrà arrivare a Lecco più velocemente? Ben venga. Soprattutto per gli abitanti di Pusiano che non dovranno più convivere con il passaggio dei mezzi pesanti – dice Alessia Radaelli – Sarà certamente utile soprattutto per rendere gli spostamenti più fluidi. Poi ognuno continuerà a scegliere in autonomia dove andare».
«Sinceramente la smetterei di discutere di problemi futuri ancor prima di vedere realizzata l’opera. Quando tutto sarà funzionante allora si potrà valutare l’impatto sulle due città e gli eventuali cali nei flussi», commenta Costantino Lampis.
Infine un’ultima battuta dal tono ironico. «Sinceramente il vero problema è un altro – dice Ester Caronni, titolare di un negozio di oggettistica a Erba – Gli erbesi vanno a Como o a Lecco a fare acquisti e non a visitare la città».

Nella foto:
A lavori ultimati, la galleria di Pusiano consentirà di raggiungere senza ingorghi e velocemente la città manzoniana (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.