“Tutto esaurito” al Ghisallo per l’incontro con Johan Museuuw, iridato di Lugano 1996

Johan Museeuw

Applausi, richieste di autografi e selfie. La sala convegni del Museo del Ciclismo del Ghisallo era gremita di appassionati che non hanno perso l’occasione di incontrare Johan Museeuw, l’ex ciclista belga campione del mondo ai Mondiali di Lugano nel 1996. Giunto  sul Colle di Magreglio con un gruppo folto di Amatori del suo Paese, Museeuw, accolto dal presidente del Museo Antonio Molteni, ha poi dialogato con Luciana Rota e Alessandro Tegner. Il campione belga ha ricordato la vittoria a Lugano, donando la sua maglia di campione del mondo e si è complimentato per la bellezza della struttura che ospita cimeli dello sport del pedale. Poi, dopo qualche momento con il pubblico, Museeuw ha tagliato il nastro delle due mostre fotografiche ospitate in questi giorni, una dedicata al Giro di Lombardia – in onore della gara che arriverà sabato pomeriggio sul lungolago di Como – e una su Vincenzo Torriani, storico patron delle corse ciclistiche italiane. Parallelamente a queste esposizioni c’è anche quella con i ricordi di Paolo Bettini, con le sue maglie, le immagini più belle, le biciclette, i giornali che parlano delle sue vittorie e la medaglia d’oro vinta alle Olimpiadi di Atene.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.