Ubriaca al volante, pugno alla vigilessa. Dominicana residente a Como patteggia un anno

Pronto soccorso Valduce, cartello

Soccorsa dopo un incidente e portata al Valduce, una donna di 39 anni ha colpito con un pugno una agente della polizia locale che era intervenuta con un collega dopo lo schianto.
La donna è stata fermata con l’accusa di resistenza, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale. Attorno alle 23.30 di domenica sera, dalle prime informazioni, la donna sarebbe uscita di strada mentre viaggiava in via Cadorna, andando a sbattere contro un furgone in sosta.
Ai soccorritori, la donna, originaria di Santo Domingo e residente a Como, è apparsa in evidente stato di ebbrezza. Trasportata al pronto soccorso del Valduce per accertamenti, la 39enne avrebbe aggredito una vigilessa e l’avrebbe colpita con un pugno in faccia. Il tutto è accaduto alla presenza del personale sanitario dell’ospedale.
Fermata dagli stessi agenti della polizia locale, la donna, ancora in stato di alterazione è stata arrestata per aver commesso i reati di resistenza, lesioni ed oltraggio a pubblico ufficiale.
Processata ieri mattina, in Tribunale, a Como, con rito direttissimo, ha patteggiato un anno con sospensione della pena. Il tasso alcolemico della donna è risultato di 2,1, il quadruplo rispetto al limite consentito. La vigilessa colpito al volto durante la colluttazione ha una prognosi di sei giorni.
Sull’episodio di domenica è intervenuta anche l’assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale di Palazzo Cernezzi, Elena Negretti, che dopo aver mostrato diretta solidarietà all’agente colpita durante il servizio, ha così commentato.
«L’incidente stradale di ieri sera, che per fortuna ha coinvolto solo cose e non persone, dimostra i rischi della guida sotto effetto dell’alcol – ha spiegato l’assessore Negretti – Anche per questa ragione la polizia locale continuerà l’attività di pattugliamento delle strade con controlli e sanzioni, oltre a diverse attività di informazione, sensibilizzazione e formazione sui rischi della guida in stato di ebbrezza, in particolare rivolte a i giovani». In attesa della definizione della sanzione penale per la guida in stato di ebbrezza la polizia locale ha infine sequestro la Citroen della donna e al ritiro della patente di guida.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.