Uccide il padre, 30 giorni di carcere e perizia psichiatrica

In una sezione speciale per valutarne la capacità di intendere

(ANSA) – BOLOGNA, 05 NOV – Trenta giorni di custodia in una sezione carceraria speciale per persone con disagio psichico. È la decisione del Gip Sandro Pecorella all’esito dell’udienza di convalida dell’arresto per il 59enne che il primo novembre ha ucciso l’anziano padre a martellate a Bologna, in via Emilia Ponente. Si tratta di una persona con problemi certificati e la decisione del giudice tiene conto della necessità di una valutazione preliminare della capacità di intendere e di volere dell’indagato, difeso dall’avvocato Andrea Gaddari. Un esame più completo è rimandato a una perizia psichiatrica che verrà probabilmente fatta nella forma dell’incidente probatorio. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.