Uccide moglie e figlio e si suicida

Prima di spararsi ha telefonato ai carabinieri

(ANSA) – TORINO, 13 MAR – Ha ucciso la moglie e il figlio a colpi di pistola, poi si è tolto la vita. E’ successo stamani a Beinasco (Torino), Comune alle porte di Torino. L’autore del gesto è un ex vigile urbano di 66 anni. Secondo le prime informazioni, ha telefonato ai carabinieri dicendo di avere ucciso i due familiari, e subito dopo ha chiuso la comunicazione. L’uomo aveva 66 anni. Il figlio, 29 anni, era stato candidato per la Lega alle elezioni comunali del 2019. Era stato volontario della Croce Rossa di Beinasco. I carabinieri hanno trovato i tre corpi, ormai privi di vita, nella stessa stanza dell’appartamento in via Roma 12.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.