Ufficiale: rinviato il recupero fra Olbia e Como

Como Olbia

Rinviato, come era scontato, il match di recupero tra il Como e l’Olbia, inizialmente programmato per la giornata di mercoledì. La formazione sarda è alle prese con la problematica Covid nel gruppo squadra e già ha saltato una serie di partite.
Ora si aggiunge quella con gli azzurri, la cui disputa era saltata lo scorso 3 marzo. In quel caso fu un caso di Coronavirus tra i lariani (più quattro potenziali contagi poi risultati negativi) a fare optare per un annullamento della trasferta in Sardegna last minute.

Al di là della motivazione poco confortante – visto che è legata all’emergenza sanitaria – lo spostamento di questa partita consentirà al Como di riprendere fiato in un momento davvero molto difficile per la truppa di mister Giacomo Gattuso, che ha perso le ultime due partite, mercoledì scorso con l’AlbinoLeffe in casa e domenica nella trasferta di Piacenza. Sabato prossimo i lariani attendono al Sinigaglia il Pontedera.

Nelle ultime cinque gare, a voler fare un bilancio più complessivo, il Como ha racimolato quattro punti, frutto della vittoria con la Pro Sesto e del pari (di assoluto valore) nel match in casa della Pro Vercelli. Poi soltanto sconfitte a Busto Arsizio con la Pro Patria e quelle già citate con AlbinoLeffe e Piacenza. Una media da retrocessione, visto che nel girone A peggio hanno fatto soltanto la Pistoiese (terzultima) e il Livorno (ultimo), che hanno raccattato soltanto due punti.

Al di là della classifica (Como primo a 59 punti, seguito da Pro Vercelli a 58, Alessandria a 56 e Renate a 55), ciò che più preoccupa è il rendimento della squadra, con un gruppo che si ritrova con poche riserve tra infortuni e acquisti sul mercato di gennaio incomprensibili come quello dell’attaccante olandese Geoffrey Castillion, fermo da un anno e catapultato in un torneo complicato come la serie C tricolore. Il fatto che giocasse in Indonesia può aver influito sulla scelta del club, visto che la proprietà della società, attraverso Sent Entertainment, fa capo al Paese asiatico. Ma, alle ragioni di marketing calcistico, forse all’epoca si poteva optare per un investimento meno eclatante, ma più concreto, in ottica campionato. Le buone prove della squadra e la cavalcata verso il primo posto ha per così dire nascosto quello che – almeno per ora – si è rivelato un errore strategico. Di fatto il giocatore, come ha spiegato Gattuso presentando Piacenza-Como, sta svolgendo un lavoro specifico, ma per ora non è pronto, anche se è stato comunque convocato per Piacenza.

Alla fine, considerando anche l’infortunio di Franco Ferrari, in attacco le alternative sono poche è tocca sempre a Massimiliano Gatto – oramai osservato speciale di ogni difesa avversaria – caricarsi sulle spalle la squadra. E queste problematiche si pagano.

Lo stesso Gattuso dopo lo stop allo stadio Garilli non si è nascosto: «Sicuramente in questo momento ci manca un po’ di brillantezza e lucidità, l’aspetto fisico ha influito sia nella fase offensiva che difensiva – sono state le parole dell’allenatore « Ci dispiace molto, noi però dobbiamo cercare di trovare le forze e le energie per questo ultimo sprint, dobbiamo farlo anche se non sarà facile. Il finale di stagione non propone mai gare semplici».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.