Ufficiale: un hotel in via Paoli nella sede del quotidiano “La Provincia”

alt Il tre stelle 
Previste 84 camere con servizio di prima colazione in vista dell’Expo 2015
Ora è ufficiale: come avevamo anticipato nei giorni scorsi, all’interno della sede del quotidiano “La Provincia”, progettata dall’archistar ticinese Mario Botta e inaugurata nel 1997 nell’ex area della Zocca di via Pasquale Paoli, sorgerà un grande albergo.

Ieri Palazzo Cernezzi in una nota ha confermato che nei giorni scorsi è stata presentata la Dia (Dichiarazione d’inizio attività) per la trasformazione in albergo di parte dell’immobile al civico 21 di via Pasquale Paoli.
«La dichiarazione prevede, appunto – si legge sempre nella nota – opere di risanamento conservativo con parziale cambio di destinazione d’uso del corpo di fabbrica principale dell’edificio, parallelo alla Pasquale Paoli». 

Sui dettagli dell’operazione immobiliare avviata da tempo dal gruppo Sesaab società controllata dalla Curia di Bergamo e proprietaria del quotidiano comasco, oltre che dell’“Eco di Bergamo”, interviene anche l’assessore all’Urbanistica del Comune di Como, Lorenzo Spallino. «Il cambio di destinazione d’uso è compatibile con il Piano di Governo del Territorio – spiega l’assessore – e non ci sarà alcun aumento di volumetria. La Dia presentata è un’ulteriore conferma di un interesse turistico in espansione e di un’occasione economica importante per la città».
La Dia è stata presentata dalla proprietà, il Fondo Priula (Fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati avviato nel dicembre 2012 e di durata ventennale), rappresentato dalla società Castello sgr. Il gruppo milanese – come si legge sul sito Internet della società – è specializzato nella riqualificazione e lo sviluppo di aree, nella valorizzazione di immobili, la gestione dinamica e professionale delle differenti categorie di asset e di portafogli immobiliari.
Tra gli azionisti della Castello sgr, guidata dall’ad Giampiero Schiavo, figurano anche la Deutsche Bank Ag, la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e il gruppo assicurativo trentino Itas, oltre alla finanziaria Mittel.
La proprietà ipotizza la realizzazione, con interventi interni, di un albergo a tre stelle, con 84 camere e il solo servizio di prima colazione. I parcheggi, già esistenti, saranno nell’autorimessa al piano interrato.
«Tra oneri di urbanizzazione primaria e secondaria – si legge sempre nella nota di Palazzo Cernezzi – il Comune di Como incasserà circa 195mila euro; come contributo per il cambio di destinazione d’uso 160mila euro. Il calcolo delle monetizzazioni – conclude il Comune – è in corso di definizione».
Dallo storico quotidiano di via Paoli diretto da Diego Minonzio fanno intanto sapere che i lavori inizieranno tra qualche settimana con lo scopo di essere ultimati in primavera, ossia per cogliere in pieno l’opportunità garantita dal flusso di persone in arrivo per l’Expo milanese.
«Non è previsto un cambio della sede – aggiungono dalla “Provincia” – si tratta solo di un’operazione effettuata nell’ottica di valorizzare e ottimizzare gli spazi».
Quotidiano e albergo coesisteranno, insomma, con il trasferimento della redazione dove un tempo vi era il centro stampa.

P.An.

Nella foto:
L’edificio di via Pasquale Paoli 21, sede del quotidiano “La Provincia” ospiterà anche un albergo a tre stelle. I lavori si concluderanno per l’Expo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.